Fratelli d’Italia: «La montagna merita rispetto non Speranza. Subito ristori agli operatori» (video)

sabato 20 Febbraio 17:08 - di Elsa Corsini

“La montagna merita rispetto non Speranza”. È lo slogan delle manifestazioni che Fratelli d’Italia ha organizzato questa mattina davanti agli impianti da sci chiusi in più di trenta località italiane. Un evento in simultanea che ha riscosso una grande partecipazione, nel rispetto delle regole di distanziamento per il Covid.

Fratelli d’Italia: la montagna merita rispetto non Speranza

Dal Piemonte alle Marche, dalla Lombardia alla Calabria. Dalla Valle d’Aosta alla Sardegna. E ancora in Liguria, Friuli, Veneto, Trentino, Emilia Romagna. Toscana, Lazio e Basilicata. In tutto lo Stivale,  deputati e simpatizzanti di Fratelli d’Italia hanno dimostrato la loro vicinanza ai rappresentanti della filiera del turismo montano.  Fortemente penalizzata dalle recenti restrizioni volute dal ministro Speranza. Che, in continuità con le decisioni dell’ex governo Conte, ha penalizzato l’economia dell’area montana. Con l’ormai tristemente noto provvedimento: che prorogato la chiusura degli impianti sciistici a poche ore dalla riapertura. Un colpo duro colpo per l’intero comparto.

“Subito ristori agli operatori messi in ginocchio dal governo”

Il partito di Giorgia Meloni torna a chiedere lo stato di crisi per tutto il settore turistico. Del quale quello della montagna “rappresenta una parte molto rilevante” si sottolinea in un comunicato di Fratelli d’Italia. I parlamentari di FdI hanno sostato di fronte agli impianti sciistici chiusi. Dopo mese che tutto il settore si era preparato per la riapertura in sicurezza. Ormai la stagione invernale è archiviata. Chiusa. Con danni economici pesantissimi e perdite gravissime per gli operatori e tutto l’indottoServono immediati ristori. Il governo Draghi, che è partito con il piede sbagliato,  non può tardare a dare risposte, questo il messaggio.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *