Coronavirus, 13.762 contagi e 347 decessi. In un anno strage di medici: l’ultimo era un volontario

giovedì 18 Febbraio 18:03 - di Fortunata Cerri
coronavirus

Sono 13.762 i nuovi casi di coronavirus e 347 i morti in 24 ore. È quanto emerge dai dati forniti dal ministero della Salute sulla diffusione del contagio.

Dall’inizio dell’emergenza sono state contagiate dal covid-19 2.765.412 persone mentre ne sono morte 94.887. I dimessi/guariti in 24 ore sono 17.771 che portano il totale delle persone che dall’inizio dell’emergenza hanno superato il virus a 2.286.024.

Sono 4.363 in meno gli attualmente positivi, ovvero le persone con covid-19 in carico al sistema sanitario nazionale. In totale a oggi in Italia sono 384.501 le persone positive al Sars Cov2. Sono 288.458 i tamponi eseguiti in 24 ore tra molecolari e antigenici che hanno fatto rilevare un tasso di positività pari a 4,7%.

Coronavirus, i dati regione per regione

Sono 956 i contagi da coronavirus in Toscana e altri 11 morti. I nuovi casi sono lo 0,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 956 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 17% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più).

Valle d’Aosta e Basilicata

Sono 11 i nuovi contagi di coronavirus riscontrati in Valle d’Aosta. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 98 tamponi. Non si registrano ulteriori decessi, le vittime da inizio pandemia nella regione sono 413.

In Basilicata sono 113 i nuovi casi positivi al Sars Cov2, di cui 109 riguardanti residenti, su un totale di 1.262 tamponi molecolari registrati.

Coronavirus in Veneto

Oltre 1000 contagiati da coronavirus e indice Rt a 0,78. Sono i dati relativi al bollettino covid del Veneto. “L’Rt in Veneto oggi è dello 0,78, non è preoccupante, ma dobbiamo fare attenzione perché in leggera crescita. Tutti gli altri parametri come i ricoveri, anche in terapia intensiva, sono abbondantemente sotto la linea che potrebbe farci scattare in zona arancione”, ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa.

Abruzzo, Emilia Romagna e Campania

Sono 482 i nuovi casi di coronavirus registrati in Abruzzo. Secondo il bollettino quotidiano ci sono altri 11 morti. Sono complessivamente 49.710 i casi positivi al Covid 19 registrati nella Regione dall’inizio dell’emergenza.

In Emilia Romagna sono 1.565 i contagi da coronavirus, secondo il bollettino relativo a 29.633 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,3%. Da ieri si registrano altri 27 morti.

I casi in Campania:  sono 1.573 i nuovi contagi. Da ieri sono stati registrati altri 29 morti, di cui 19 avvenuti in precedenza ma registrati solo ora. Nelle ultime 24 ore i tamponi sono stati 19.886 di cui 2.829 antigenici. La percentuale dei positivi sul totale dei tamponi processati è pari al 7,91%.

Lazio, Friuli, Calabria

Nel Lazio oggi su oltre 11mila tamponi (-417) e oltre 18mila antigenici per un totale di quasi 30mila test, si registrano 1.025 casi positivi (+154), 41 i decessi (-14) e +1.953 i guariti. Aumentano i casi, mentre diminuiscono i decessi, i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500.

In Friuli sono 197 i nuovi contagi da coronavirus. Registrati inoltre altri 11 morti. Su 5.466 tamponi molecolari effettuati, la percentuale di positività è del 3,6%.

Sono, invece, 166 i nuovi contagi da coronavirus in Calabria. Registrati inoltre altri 2 morti.

I casi in Puglia e Sardegna

Sono 844 i nuovi contagi da coronavirus in Puglia. Registrati inoltre altri 37 morti. 10.033 i tamponi effettuati in 24 ore, così ripartiti i nuovi positivi: 326 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 59 nella provincia Bat, 102 in provincia di Foggia, 75 in provincia di Lecce, 185 in provincia di Taranto, 5 residenti fuori regione, 4 casi di residenza non nota. In Sardegna altri 100 casi di coronavirus. Otto i morti. L’incremento dei test è di 2.545 rispetto a ieri, con un tasso di positività che scende al 3,9%.

Coronavirus, 324 i medici morti

Salgono a 324 i medici morti in Italia durante la pandemia di Covid-19. Secondo quanto si apprende dalla Fnomceo, Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, nelle ultime ore sono arrivati i nomi di 4 “caduti” iscritti a Genova, mancati mesi fa: sono Cesare Astrici, pediatra; Giustina Maria Greco, ex direttrice Reparto di Medicina d’urgenza e Pronto soccorso; Claudio Viscoli, ex direttore Clinica di Malattie infettive; Claudio Vivaldi. L’ultima notizia fa riferimento alla vittima numero 324: Ubaldo Amati, neurologo, Bari.

«È deceduto oggi per Covid – riferisce chi ne segnala il decesso – Un medico esemplare che con generosità e altruismo ha onorato il giuramento professionale. Si è infettato per aver aderito all’invito della Asl di assistere gli anziani nel focolaio della Rsa di Locorotondo come volontario. Oggi riposa insieme a tanti colleghi che ci hanno lasciato».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica