Biella: romeno si scaglia contro un carabiniere con il coltello. Il militare spara per difendersi e lo uccide

sabato 20 Febbraio 11:32 - di Gigliola Bardi
biella straniero carabiniere

Ennesima aggressione ai danni delle forze dell’ordine a Biella, dove un carabiniere, nel tentativo di difendersi e difendere i sanitari del 118 che avevano chiamato la pattuglia, ha sparato a uno straniero, già noto alla giustizia. L’uomo, un 50enne romeno, è stato colpito al petto ed è morto poco dopo in ospedale.

I sanitari del 118 costretti a chiamare aiuto

I fatti si sono verificati nella notte a Quaregna, comune di 1400 anime a un quarto d’ora da Biella. Sono stati i sanitari del 118 a chiamare i carabinieri, dopo essere intervenuti per la segnalazione di una lite in casa, con un uomo che stava dando in escandescenze e che loro da soli non riuscivano a gestire. Quando la pattuglia con due militari dell’Arma è arrivata, l’uomo, probabilmente ubriaco, e il personale di soccorso erano in strada.

Biella: straniero aggredisce il carabiniere con un coltello

Secondo quanto ricostruito, il romeno, che è stato descritto come agitato e pericoloso, si sarebbe scagliato contro i carabinieri con un coltello. Il militare, a sua volta rimasto ferito, a quel punto gli avrebbe sparato con la pistola d’ordinanza, ferendolo al petto. Lo straniero, immediatamente soccorso, è stato portato in ospedale a Ponderano in codice rosso, ma poco dopo è morto. Anche per il carabiniere si è reso necessario il ricovero. Le sue condizioni, comunque, non sarebbero gravi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *