Vaccino, è l’intera Ue che si è impantanata. Anche Gb e Israele meglio della Germania

lunedì 4 Gennaio 13:08 - di Francesca De Ambra
Vaccino

Si vabbè, l’Italia. E la Francia, allora? O anche la stessa Germania, che nella classifica aggiornata a ieri ha il doppio di vaccinati rispetto a noi, ma pur sempre lontanissima dalle migliori performance? Benvenuti in Europa al tempo del Covid e del relativo vaccino. La citata classifica di Our World è senz’altro provvisoria, ma al momento vede lo Stato Ue meglio piazzato, la Germania appunto, solo al sesto posto. Dietro non solo a Cina e Usa, che in qualche modo fanno storia a sé, o della Russia, ma di Israele e della Gran Bretagna. Quest’ultima, soprattutto, con il suo milione di cittadini vaccinati costituisce per noi europei una sorta di beffardo monito. È la prova che c’è vita fuori dalla Ue.

Tedeschi solo sesti nella classifica di Our World

Certo, la Gran Bretagna non aveva mai aderito all’eurozona e possiede ancora un impero sotto forma Commonwealth. In più, usa la lingua più parlata al mondo, il che ne fa una nazione globale. E, quindi, un modello non replicabile. Ma è difficile convincere un suddito di Sua Maestà Elisabetta che senza la Brexit di quattro anni fa circolerebbe oggi nel Regno Unito lo stesso numero di vaccinati. Per quel suddito il “chi fa da sé fa per tre” è meglio de “l’unione fa la forza“. Specie quando la forza finisce in farsa. È già capitato: la Germania ha acquistato 30 milioni di dosi extra per provvedere al proprio fabbisogno. E lo ha fatto da sola. Tutti gli altri si sono sentiti vincolati all’accordo di giugno che autorizzava solo l’acquisto congiunto di vaccino.

Il vaccino deciderà le nuove gerarchie mondiali

Una vicenda che dà ragione a chi giudica la Ue come una gabbia letale. Bisognerebbe infatti chiedersi perché l’Italia ha poco più di 114mila vaccinati (la Francia solo 516), la Germania 238mila mentre Israele ha toccato quota un milione, pari all11 per cento della popolazione. Non lasciamoci ingannare: il vaccino non è solo una questione di sanità e sicurezza. È un immenso fatto politico e soprattutto geopolitico. Sarà l’efficacia e la rapidità dei rispettivi piani vaccino a disegnare le nuove gerarchie mondiali. Per un fatto molto semplice: libera dal virus prima degli altri avrà più possibilità di ripartire e di condizionare l’economia globale. È il motivo per cui si ripete fino alla noia che non si compete in ordine sparso con Cina, Russia e gli stessi Usa. Appunto, servirebbe una Ue. Se solo ci fosse.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica