Sallusti: se si vota Salvini al governo e Berlusconi al Colle. Faranno di tutto per impedirlo (video)

lunedì 18 Gennaio 11:44 - di Ginevra Sorrentino
Sallusti votare sarà impossibile

Crisi di governo, Alessandro Sallusti ampia il raggio della discussione e arriva a una quadratura del cerchio: «Se si va al voto, Salvini al governo e Berlusconi al Quirinale. Il sistema attuale non può permetterselo, e quindi faranno di tutto e di più per impedirlo». Il direttore de Il Giornale non usa inutili perifrasi e ospite in collegamento con Non è l’Arena, raccoglie la provocazione lanciata dal conduttore Massimo Giletti. E sgancia la bomba. Con Renzi in studio a raccogliere i cocci…

Sallusti a “Non è l’Arena”, il retroscena che terrorizza Conte: votare? Significherebbe…

«Nella storia del Parlamento da sempre si son trovati. Sono arrivati. Lei stesso – ricorda a chiare lettere il conduttore – ne ha usufruito con Verdini, con Ala, ecc. Qui però – aggiunge correggendo il tiro –siamo di fronte a una storia un po’ diversa. Anche perché gioca un ruolo il presidente Mattarella. Perché, se io ben ricordo, in situazioni di crisi l’inquilino del Quirinale ha sempre detto: se si dovesse verificare una situazione come quella che stiamo vivendo, “io rimando tutto alle urne”». Non solo: dopo aver tirato in ballo il Presidente, Giletti snocciola i numeri. Anticipando: «Si dice che al Senato si potrebbe non arrivare a 161, ma fermarsi a 152, 153… Sembra che si stiano trovando dei personaggi con i quali, però – prosegue Giletti – se Renzi si astiene martedì, si potrebbe tutt’al più garantire una sorta di maggioranza relativa. Ma ha un senso Sallusti una roba del genere? Avere una stampella che consente di “campare” giorno per giorno»?

«Ecco perché si potrebbe arrivare a un governo senza maggioranza assoluta»

E il “senso” che potrebbe avere l’operazione “campagna acquisti” in Parlamento prova a identificarlo e spiegarlo Sallusti. «Il senso è che se Conte cade e si apre una vera crisi di governo, c’è una possibilità concreta che si vada a votare. Il che significherebbe avere Salvini a Palazzo Chigi e, probabilmente, Berlusconi al Quirinale. Cosa che il sistema attuale non può permettersi. E quindi faranno di tutto, di più per impedire che Salvini vada a Palazzo Chigi e che ci sia una possibilità che Berlusconi, eventualmente, vada al Quirinale». Tanto che, chiosa Sallusti con un paradosso, «è più facile che facciano lei Giletti primo ministro e me ministro all’economia»… Ed ecco spiegato perché, a detta del direttore del Giornale, si potrebbe anche arrivare a concedere a Giuseppe Conte un governo senza maggioranza assoluta.

Sotto, un estratto dell’intervento di ieri di Alessandro Sallusti a “Non è l’Arena” da Yotube

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica