Centrodestra compatto: «Andremo da Mattarella, il Paese è ostaggio di un governo raccogliticcio»

mercoledì 20 Gennaio 16:49 - di Eugenio Battisti

Così non si può andare avanti. Il centrodestra – all’indomani della fiducia striminzita del Senato a Conte – non si sposta di un centimetro. “Intendiamo rappresentare al presidente della Repubblica il nostro punto di vista sulla situazione. Che è ormai insostenibile”. Questo la posizione compatta della coalizione guidata da Salvini, Meloni, Tajani al termine del vertice che si è tenuto a Montecitorio. Oltre ai leader di Lega e Fratelli d’Italia e il numero due di Forza Italia. erano presenti Maurizio Lupi e Lorenzo Cesa. In collegamento via Zoom Silvio Berlusconi dalla Provenza e il governatore  della Liguria, Giovanni Toti.

Centrodestra: situazione insostenibile, andremo da Mattarella

“Il Paese non può restare ostaggio di un governo incapace, arrogante e raccogliticcio. Si tratta di una minoranza di governo che continua la sfacciata e scandalosa compravendita di parlamentari. E che non si fa scrupoli a imbarcare chi, eletto col centrodestra, ha tradito l’impegno preso con gli elettori“. E’ quanto viene ribadito nero su bianco nel comunicato diffuso dopo l’incontro.

“Per il bene degli italiani voteremo lo scostamento di bilancio”

“Nonostante le forzature del governo e le continue scorrettezze, nonostante una pretesa autosufficienza che non esiste, il centrodestra non intende privare le famiglie e le aziende italiane degli aiuti necessari in un momento così drammatico. Per questa ragione, come annunciato, voterà compatto lo scostamento di bilancio“.

Forza Italia alle prese con i senatori che hanno tradito

Dentro Forza Italia, intanto, si conferma malumore e nervosismo dopo il tradimento di due senatori azzurri, Maria Rosaria Rossi e Andrea Causin, che ieri hanno votato sì alla fiducia. Una scelta, soprattutto quella dell’ex fedelissima del Cavaliere, arrivata come un fulmine a ciel sereno. “Sono fuori dal partito. Votare con il governo in questo caso non è una questione di coscienza”, ha detto subito Antonio Tajani. Che poi annuncia di aver informato Silvio Berlusconi, insieme alla capogruppo Anna Maria Bernini.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica