Variante Covid, la donna italiana positiva ha una forte carica virale. La Ue: riunione d’emergenza

lunedì 21 Dicembre 8:19 - di Edoardo Valci
variante covid

Cresce la paura, la nuova variante Covid è in Italia.  È una donna italiana la paziente su cui è stato riscontrato per la prima volta nel nostro Paese il genoma del virus Sars-Cov-2 con la variante britannica. La paziente  è in isolamento (con il suo convivente rientrato giorni fa a Fiumicino dal Regno Unito) e ha una forte carica virale. La donna ha fatto il tampone nei giorni scorsi, probabilmente in un drive through.

Variante Covid, l’arrivo a Fiumicino

L’annuncio era stato dato dal ministero della Salute. «Il Dipartimento scientifico del Policlinico militare del Celio ha sequenziato il genoma del virus Sars-Cov-2 proveniente da un soggetto risultato positivo». La paziente e il suo convivente sono in isolamento. «Hanno seguito, insieme agli altri familiari e ai contatti stretti, tutte le procedure stabilite». La nuova variante è stata identificata in Gran Bretagna. La sua rapidità di trasmissione sarebbe fino al 70 per cento più elevata.

Riunione di emergenza Ue

La nuova variante covid preoccupa l’Europa. Per scongiurare la diffusione, la presidenza tedesca dell’Unione Europea «ha invitato i rappresentanti dei Paesi membri ad una riunione d’emergenza del meccanismo di risposta alla crisi (Ipcr) per coordinare la risposta alla nuova variante del coronavirus nel Regno Unito». Lo ha annunciato su Twitter il portavoce della presidenza tedesca, Sebastian Fischer.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica