Travaglio, clamorosa gaffe per difendere Conte: «Noi abbiamo solo quel problema dei morti…»

mercoledì 16 Dicembre 11:02 - di Mia Fenice
Travaglio

Marco Travaglio ancora una volta difende Giuseppe Conte e il governo sulla gestione dell’epidemia. «La curva è stata addomesticata in tempi più rapidi – ha detto a DiMartedì su La7 – e quindi adesso bisogna cercare di allungare la coperta coi pro e ci contro che ci sono. Si naviga a vista, come gli altri Paesi europei che stanno peggio di noi perché hanno visto peggiorare i loro numeri». L’unico problema? «Noi abbiamo solo quella tara dei morti che dipende dalla caratteristiche della società italiana». Nello studio di Giovanni Floris Travaglio assolve inizialmente il premier.

Travaglio: «Trovare la livella»

E lo invita a seguire la linea dura. «Ora pare che Conte da rigorista sia diventato lassista, c’è una politica che segue il consenso e vuole riaprire mentre c’è chi ha la testa sulle spalle e ammira la Germania. Bisogna trovare la livella e tenerla per più di due giorni». Poi, però, lancia un salvagente al premier: «Se chiudi la gente in casa con gli anziani si aumentano i contagi, la lasci uscire aumentano i contagi lo stesso. In Italia se Conte chiude è uno statista mentre Angela Merkel in Germania salva il Paese».

L’attacco a Italia Viva

E poi l’attacco a Renzi sulla crisi di governo. «Aspetto che questi signori vadano dal premier a dirgli cosa vogliono, poi leggiamo che nel frattempo l’innominabile parla con Salvini. Ed è strano perché si vantava di avere impedito a Salvini di andare a Palazzo Chigi. E ora ce lo vuole portare?». E infine: «Aspettiamo con ansia che la cosiddetta Italia Viva ci dica cosa vuole, dovevo dirlo oggi ma poi la Bellanova aveva un impegno imprescindibile… Quando si degneranno di andare a Palazzo Chigi, potremo capire cosa vogliono».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica