Sfiducia al governo, Salvini dubbioso: «L’unico a beneficiarne sarebbe proprio Conte»

mercoledì 30 Dicembre 19:22 - di Redazione
Conte

Fa discutere il centrodestra la proposta di Giorgia Meloni di presentare una mozione di sfiducia a Conte. In realtà, Più che una proposta, si tratta di una sfida. Anzi, di una provocazione in risposta aduna fantasiosa ricostruzione giornalistica che aveva indicato nella leader di FdI la «migliore alleata» del premier. Una conclusione quanto mai ardita dedotta dalla indisponibilità della Meloni a formare governi con spezzoni dell’attuale maggioranza. Compreso quel Matteo Renzi dato con la valigia in mano, ma di cui la leader della destra continua a non fidarsi. Da qui, il suo guanto di sfida: il centrodestra presenti una mozione di sfiducia a Conte e capiremo finalmente se il leader di Italia Viva fa sul serio o sta solo alzando il prezzo.

A proporla è stata Meloni

Una provocazione che tuttavia non convince Matteo Salvini. «In questo momento – è l’opinione del leader leghista -, l’unico che sarebbe beneficiato da una mozione di sfiducia è proprio Conte». Il ragionamento di Salvini parte dal presupposto che Renzi non si sfilerebbe mai dal governo di cui fa parte senza garanzie sul dopo. L’ex-Rottamatore teme le urne più della peste. Come ha lui stesso detto nei giorni scorsi, in questa partita si sta giocando «l’osso del collo». E ha ragione: se fa marcia indietro, perde la faccia; se si vota, perde la poltrona. L’unico viottolo disponibile, se Conte dovesse rispondere picche alle sue richieste, è la nascita di un nuovo governo.

Ma Renzi vuol davvero far cadere Conte?

E qui entrerebbe in gioco il centrodestra. Secondo la ricostruzione giornalistica che ha innescato la reazione della leader di FdI, Berlusconi si sarebbe infatti lamentato dei “no” a Renzi della Meloni e di Salvini. C’è di vero che, a differenza del Cavaliere, la prima è tutt’altro che convinta della volontà di Renzi di andare fino in fondo contro Conte. La spregiudicatezza di cui ha dato prova il senatore di Rignano lo rende del tutto inaffidabile. Nulla di più normale, quindi, che prima di tirare fuori la moneta qualcuno pretenda di vedere il cammello.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )