Salvini umilia Repubblica e Il Fatto: “Invece di criticare me, criticate chi non fa niente” (video)

sabato 26 Dicembre 17:50 - di Alberto Consoli
Salvini

Fare volontariato a Natale. Non è passato senza veleni il Natale solidale del leader della Lega. Ha scelto di celebrare queste festività “sui generis” consegnando pacchi alimentari e generi di conforto ai bisognosi. E anche questa circostanza è costata cara a Matteo Salvini.  A “sparargli” la sua critica il portavoce nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che lo sbertuccia furiosamente. “Apparire, a favore di telecamere compiacenti, per un giorno come il buon samaritano. E poi tornare per i restanti 364 giorni all’anno il solito politicante che fa la faccia feroce con i più deboli. Che diffonde odio contro i migranti, che insulta le Ong che salvano le persone. E che spara boiate pazzesche. Che tace sulle troppe cose che non quadrano nei conti e negli affari della Lega”.  Nicola Fratoianni in preda a furore incontenibile termina  così:  “Ma Salvini quando si guarda allo specchio non si vergogna?“.

Risponde alla sua maniera Matteo Salvini  dai suo canali social. Con un video. Fare beneficenza nei giorni di festa, non va bene. Se non la facesse, sarebbe criticato ugualmente. Esibizionista sempre. Da notare articoli pieni di veleno ed irridenti, perché mentre distribuiva i pasti con i City Angels ha consegnato un pacco a una cittadina comune. Tutti lo aspettavano al varco. Un semplice fraintendimento che gli è valso la consueta colata di fango.

Salvini: “Qualunque cosa io faccia…”

“Incredibile – afferma nel video-  c’è gente per cui qualunque cosa uno faccia non va bene. Nemmeno portare pacchi di cibo a chi ne ha bisogno, o pranzare con i senzatetto a Natale. Oggi vado a trovare i volontari di un’associazione che recupera i ragazzi persi per la droga e non va bene. Non andrà bene nemmeno andare all’Avis. Ragazzi, in un momento così difficile fate anche voi qualcosa di buono. Senza essere eroi. Se ciascuno di noi dona qualche minuto della sua giornata a fare qualcosa di buono, l’Italia sarà un paese migliore”. Poi la stilettata. Solo chi non fa niente ha sempre ragione. “Se c’è di mezzo il volontariato, almeno su questo, uniamoci. Lo dico anche ai giornalisti di Repubblica e del Fatto Quotidiano; ai politici che dicono che Lega e Salvini non possono aiutare. Uniamoci, nel nome del bene. Le polemiche riserviamoli ad altri. Il bene unisce, mettetevi una mano sul cuore”, conclude Matteo Salvini il suo video.

“Una polemica in meno, un’ora di volontariato in più”

E chiosa su Fb: “Dedicato a quelli che criticano sempre, qualunque cosa io faccia, ma non fanno mai niente. Una polemica in meno, un’ora di volontariato in più, e l’Italia sarà un Paese migliore. Vi voglio bene”. Poi arriva una precisazione a Repubblica. Nessun errore e nessun pacco distribuito a caso, come lo aveva accusato il quotidiano. L’ufficio stampa chiarisce in una nota quella che secondo molti media era una fake news diffusa ad arte dal leader della Lega.

Replica a la Repubblica

“A Natale, il leader della Lega Matteo Salvini ha partecipato alla consegna di alcuni generi alimentari a famiglie che ne avevano fatto richiesta. E che pertanto avevano lasciato i propri dati e successivamente hanno acconsentito ad alcune fotografie. È il caso della signora residente in via Perugino a Milano (iniziali del nome T. W. S.), e che secondo alcuni media sarebbe stata scambiata per una clochard. La notizia è totalmente falsa, come peraltro facilmente verificabile dai comunicati inviati dall’ufficio stampa del senatore Salvini già mercoledì 23 dicembre. La solidarietà ai senzatetto era prevista poche ore dopo la consegna dei pacchi alimentari, in occasione del pranzo di Natale, quando Salvini si è recato all’Opera Cardinal Ferrari dove è stato in compagnia di clochard, poveri e anziani soli”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica