Reddito di cittadinanza, ora vengono “in trasferta” per ottenerlo: 7 rumeni beccati a Bergamo

venerdì 11 Dicembre 15:15 - di Agnese Russo
reddito di cittadinanza rumeni

Non avevano mai avuto la residenza in Italia, ma ugualmente erano riusciti ad ottenere la carta virtuale per il Reddito di cittadinanza. Così 7 rumeni tra i 30 e i 40 anni si sono presentati all’ufficio postale per ritirare quella definitiva, muniti di relativa documentazione. Ed è stato solo grazie all’intuizione degli impiegati se anche questo ennesimo tentativo di truffa è stato sventato.

All’ufficio postale per ottenere il Reddito di cittadinanza

L’episodio si è verificato a Bergamo. I sette rumeni si sono presentati all’ufficio postale con carta virtuale del Reddito di cittadinanza, che erano riusciti a ottenere collegandola al codice fiscale, e con la relativa documentazione. Qualcosa però non tornava, a partire dal fatto che i sette non avevano con sé altri documenti e non erano nemmeno in grado di parlare l’italiano. La direttrice, quindi, insospettita, ha allertato i carabinieri.

Carta virtuale anche in assenza dei requisiti

Al termine degli accertamenti è emerso che i sette rumeni erano riusciti a ottenere la carta virtuale pur non essendo in possesso di documenti italiani e non avendo mai avuto la residenza in Italia, requisito fondamentale per accedere al sussidio. I carabinieri quindi hanno denunciato i sette rumeni per violazione delle disposizioni in materia di Reddito di cittadinanza.

Quello che si legge sul sito del Reddito di cittadinanza

Ma come erano riusciti i sette a ottenere la carta virtuale da presentare all’ufficio postale? Sul sito del governo per il Reddito di cittadinanza si legge che “dopo aver presentato la domanda, l’INPS verificherà i requisiti. In seguito, ti sarà comunicato quando e in quale ufficio postale potrai ritirare la Carta del Reddito di cittadinanza”.

La schermata del sito del governo sul Reddito di cittadinanza che spiega come si arriva a chiedere la carta all’Ufficio postale

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica