Carne di pollo “coltivata” in laboratorio: Singapore dà il via libera a una svolta epocale

mercoledì 2 Dicembre 18:36 - di Carlo Marini
carne laboratorio

Una start-up americana è diventata la prima a ottenere l’approvazione di un governo, in questo caso la città-stato di Singapore, per le vendita al pubblico di carne prodotta in laboratorio sotto forma di “pollo coltivato”. L’azienda, Eat Just, con sede a San Francisco, descrive il suo prodotto come “carne vera e di alta qualità creata direttamente da cellule animali per un consumo umano sicuro”. L’agenzia alimentare di Singapore ha dichiarato oggi di aver approvato la vendita del prodotto come ingrediente nelle crocchette di pollo.

La decisione della città-stato è “la prima approvazione normativa al mondo per un prodotto a base di carne coltivata”, ha affermato al New York Times Elaine Siu, amministratrice delegata del Good Food Institute Asia Pacific, un’organizzazione senza scopo di lucro che promuove la carne coltivata e sostituti vegetali per i prodotti animali. Per il ceo di Eat Just, Josh Tetrick, si tratta di “un momento storico nel sistema alimentare” perché “per migliaia di anni, ogni volta che abbiamo mangiato carne abbiamo dovuto uccidere un animale, almeno fino ad ora”.

Tetrick inoltre spera che la decisione di Singapore di approvare le crocchette di pollo “Good Meat” della sua azienda possa spingere le autorità negli Stati Uniti e nei paesi dell’Europa occidentale a muoversi più velocemente per regolamentare la carne coltivata in laboratorio. “L’approvazione di un singolo stato non basta per le innovazioni e i miglioramenti che stiamo cercando di apportare al sistema alimentare”, ha avvertito.

Carne in laboratorio: svolta ambientalista

Il business della carne è stato a lungo criticato da animalisti e attivisti per il clima, secondo cui mangiare carne prodotta in allevamenti di massa è crudele e impatta gravemente sul cambiamento climatico. Il bestiame rappresenta circa il 14,5% delle emissioni mondiali di gas serra ogni anno. All’incirca equivale alle emissioni di tutti i mezzi di trasporto del pianeta. Auto, camion, aeroplani e navi messi insieme.

La domanda di alternative alla carne normale è in aumento a causa delle preoccupazioni per la salute, il benessere degli animali e l’ambiente. Questa è la cosiddetta carne pulita. Infatti nasce dalla coltivazione in laboratorio delle cellule muscolari animali. Tuttavia, è ancora in una fase nascente, a causa degli alti costi di produzione.

Anche Siu, la giovane manager dell’organizzazione che promuove la carne in laboratorio, ha parlato di momento storico. Infatti, questa è la prima volta che un Paese approva un prodotto a base di “carne coltivata”. Singapore ha 5,7 milioni di abitanti. Attualmente produce solo il 10% del suo cibo, ma ha stabilito piani ambiziosi per aumentare questa cifra nel prossimo decennio. Punta infatti sull’agricoltura ad alta tecnologia e su nuovi strumenti di produzione alimentare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )