“Serve unità”. Mattarella a Castegnato, nel cimitero dove gli sciacalli oltraggiarono i morti di Covid

domenica 1 Novembre 13:04 - di Leo Malaspina

Un tributo ai morti di Covid, nel luogo simbolo della strada della primavera scorsa e nel cimiero dove qualcuno aveva oltraggiato la memoria di quelle vittime. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto una visita a sorpresa a Castegnato, in provincia di Brescia, dove nei mesi scorsi era stata rubata una croce in ricordo delle vittime del Covid.

Applausi per Mattarella a Castegnato

Mattarella è stato salutato da numerosi applausi al termine della cerimonia al cimitero di Castegnato. Il sindaco della cittadina, Gianluca Cominassi, che si è a lungo trattenuto con lui, ha appresso dell’arrivo del presidente della Repubblica solo ieri sera: la visita è stata tenuta segreta fino a oggi per motivi di sicurezza.

Il ricordo delle vittime del Covid

“Sono qui per rivolgere il pensiero a tutti i defunti, e tra di loro alle vittime del coronavirus, ai tanti morti in solitudine”, ha detto il presidente della Repubblica a Castegnato, che nei giorni scorsi aveva già ringraziato “gli eroi del Covid”. Il capo dello Stato ha deposto una corona di fiori. “Ricordare i nostri morti è un dovere, che va affiancato dal dovere della responsabilità, nel proseguire nell’impegno di contrastare e sconfiggere questa malattia così grave, mettendo da parte partigianerie, protagonismi, egoismi, per unire gli sforzi di tutti e di ciascuno, quale che sia il suo ruolo e quali che siano le sue convinzioni, nell’obiettivo comune di difendere la salute delle persone e di assicurare la ripresa del nostro paese”, ha sottolineato il capo dello Stato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica