Selvaggia Lucarelli ironizza anche sulla morte di Stefano D’Orazio: “Era anziano e improduttivo”

sabato 7 Novembre 13:10 - di Lucio Meo

Quando si cerca di essere spiritosi, ma non si è dotati esattamente di un talento alla Gigi Proietti, si rischiano di fare figure barbine. E’ il caso di Selvaggia Lucarelli, che ha provato, sui social, a buttare in politica, e in satira, la morte del batterista dei Pooh Stefano D’Orazio. Il tweet della giornalista, che voleva essere sferzante nei confronti della recente gaffe del presidente della Liguria Giovanni Toti, si è rivelato subito, perfino agli occhi dei suoi fans, una becera caduta di stile.

La satira sulla morte di Stefano d’Orazio

“E’ morto Stefano D’Orazio, uno dei tanti anziani improduttivi del paese. Con il pil dei Pooh saremmo usciti dalla crisi economica in due giorni”. Battutona? No, scivolone clamoroso, testimoniato anche dalla pioggia di critiche piovute sotto il suo tweet. Una per tutti: “Riesci a fare polemica sterile anche sulle tragedie personali. Sono senza parole”.

Selvaggia Lucarelli voleva colpire Toti…

La battutona della Lucarelli, è evidente, aveva come obiettivo “politico” quello di ironizzare su quanto scritto (e poi corretto e spiegato, evidentemente invano, per la giornalista del Fatto) dal presidente Toti, che in una sintesi di un post ben diverso pubblicato su Fb, aveva scritto su Twitter che gli anziani “sono per fortuna per lo più in pensione, non sono indispensabili allo sforzo produttivo del Paese ma essendo più fragili vanno tutelate in ogni modo”.

Il senso di questo tweet, che appartiene a un ragionamento più ampio, è stato frainteso, aveva poi specificato Toti, che oggi è tornato sull’argomento. “Sono stato accusato di razzismo per un post scritto male, ma posso leggervi le età dei morti di oggi in Liguria. Non c’è un signore deceduto oggi che abbia meno di questa età”, ha concluso facendo riferimento alla fascia di età tra i 75 e i 90 anni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica