Ruby-ter, Berlusconi salta l’udienza. I suoi avvocati: «Peggiorate le condizioni di salute»

lunedì 30 Novembre 17:59 - di Redazione
Berlusconi

Peggioramento delle condizioni di salute negli «ultimi giorni». È quanto ha riferito l’avvocato Federico Cecconi nel motivare l’assenza di Silvio Berlusconi all’udienza del Ruby-ter. Una comunicazione non legata alla richiesta di rinvio per legittimo impedimento. Come si ricorderà, a settembre l’ex-premier era stato costretto al ricovero per il Covid, da cui è guarito. Ma, ha spiegato il legale, i medici hanno riscontrato «un’ulteriore forma di ingravescenza» rispetto al precedente «iter di miglioramento». Sono state queste le ragioni che li hanno incorri a consigliare al paziente «riposo assoluto domiciliare». Casa e riposo. «L’ingravescenza – ha spiegato Cecconi – è legata ad un certo attivismo che gli era stato sconsigliato».

Il processo si è tenuto regolarmente

Nell’udienza del 19 ottobre la difesa di Berlusconi aveva presentato istanza di rinvio per legittimo impedimento, accolta dai giudici, per motivi di salute. Oggi, invece, l’udienza ha registrato l’escussione di alcuni testi, quasi tutti investigatori. Proprio durante la deposizione di uno di questi, il collegio ha deciso di aggiornare la seduta al prossimo 21 dicembre. Uno stop reso necessario dopo la modifica da parte dei pm dei capi d’impostazione a carico del stesso Berlusconi, di Barbara Guerra e di Alessandra Sorcinelli. Nello specifico si tratta del capo d’imputazione relativo alle due ville, realizzate dall’archistar Mario Botta, e che, secondo l’accusa, il Cavaliere avrebbe regalato alle due ragazze.

I medici: «Berlusconi deve osservare assoluto riposo»

I pm hanno ritoccato il valore dei due immobili alzando quello indicato nelle imputazioni (da poco meno di 900mila euro ciascuna a poco più di 1,1 milioni). I giudici hanno dovuto aggiornare l’udienza perché le modifiche vanno notificate alle parti. Nella prossima udienza del 21 dicembre, dunque, si proseguirà con l’attività che oggi non si è più potuta fare e saranno ascoltati altri testi di polizia giudiziaria. Per il 27 gennaio, invece, sarà convocato Giuseppe Spinelli, ragioniere di fiducia del leader di Forza Italia. Con Berlusconi sono imputate altre 28 persone. Le accuse spaziano dalla falsa testimonianza alla corruzione in atti giudiziari.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica