RdC, «navigator essenziali e da prorogare». Un coro di “no” accoglie la pazza idea di Parisi

mercoledì 11 Novembre 17:18 - di Michele Pezza
Parisi

Più che la povertà, i grillini hanno abrogato la realtà. Almeno quando parlano di Reddito di cittadinanza. Così, nella loro scia, anche i manager targati 5Stelle. Come Domenico (Mimmo) Parisi dal Mississipi, dove insegna Demografia all’Università statale e dove torna spessisimo in top class a spese del contribuente italiano, come da allegata nota spese. Parisi è a capo dell’Anpal, l’agenzia per le politiche attive del lavoro. Ve lo piazzò Luigi Di Maio al tempo del Conte-1. Sua (di Mimmo) è l’idea dei navigator per trasformare il Rdc da strumento assistenziale in misura attiva per il lavoro. Se ne contano quasi tremila (2980, per l’esattezza), ma c’è chi ironizza che l’unico posto che finora abbiano scovato è il loro.

Parisi è il capo dell’Anpal

Parisi, invece, che è un’ottimista a prova di bomba, davanti alla commissione Lavoro della Camera per un’audizione a distanza, li ha definiti «essenziali». Non solo: ha anche proposto di «ampliare» il loro ruolo schiodandoli da quel Reddito che avrebbe dovuto avviare verso il lavoro legioni di disoccupati che tali erano, nella visione grillina, solo per colpa della politica corrotta. Ma ora che la realtà presenta il conto del loro fallimento, Parisi, la stravolge come gli conviene. Snocciolando dati che letti nella giusta maniera, cioè al contrario, fanno emergere una realtà ben diversa da quella magnificata dal manager. Basti pensare che su 1 milione e 369.779 percettori di Rdc, sono 352.068 quanti hanno stipulato un rapporto di lavoro: il 25,7 per cento.

Anche Pd e Iv contro il manager di Di Maio

Sono numeri elencati da Parisi. E che gli fanno dire che i «navigator hanno fatto un lavoro eccellente», per cui «almeno per il prossimo anno dovrebbero essere prorogati». Ecco qui: tutti i salmi finiscono in gloria, cioè a carico di Pantalone. Per Anna Maria Bernini, di Forza Italia, la richiesta di proroga è «una provocazione». Di situazione addirittura «ridicola» parla invece il Pd, che invita il manager a «stabilizzare i 654 precari» dell’Anpal piuttosto che prorogare i navigator. E così anche Italia Viva, che parla di «analisi contraddetta dai dati». Insomma, gli unici a credere a Parisi sono i 5Stelle. Ma non fanno testo: loro la realtà l’hanno abolita da un pezzo.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica