Emilio Fede sale in cattedra e spiazza Gomez: ai servizi sociali insegnerò ai giovani il bene e il male

sabato 28 Novembre 16:02 - di Giulia Melodia
Emilio Fede ai servizi sociali

Emilio Fede ai servizi sociali? Insegnerà ai giovani la differenza tra il bene e il male. L’ex direttore del Tg4 sta ancora sta vivendo sulla sua pelle gli strascichi giudiziari. Ha terminato di scontare una pena definitiva a quattro anni e sette mesi per favoreggiamento e tentata induzione alla prostituzione nel caso Ruby bis. E ospite in tv, appare provato, ma non annientato da quanto vissuto negli ultimi anni. Anzi, al contrario di quanto ci si aspetterebbe, il giornalista sa cosa vuole fare. E deciso ad andare fino in fondo, con se stesso e rispetto al pubblico che lo ha sempre seguito. Pronto a ristabilire chiarezza d’intenti e integrità di immagine, ospite di un in calzante Peter Gomez che vorrebbe coglierlo in fallo,  a La Confessione’, sul canale Nove, lo ribadisce forte e chiaro: «Insegnerò ai ragazzi la differenza tra bene e male».

Fede ai servizi sociali: ai giovani insegnerò il bene e il male

Il cammino che porterà il giornalista fuori una volta per tutte dai meandri dei problemi con la giustizia volge al termine. E un velo si sollievo traspare nei suoi occhi stanchi, ma non dimessi. Anche dopo l’incredibile arresto per “evasione dalla detenzione domiciliare” al ristorante del lungomare di Napoli. Scattato mentre festeggiava il suo 89esimo compleanno. E diventato, secondo la migliore tradizione italiana, un caso. Soprattutto mediatico, anche se il provvedimento non ha implicato alcuna misura cautelare nei suoi confronti, perché territorialmente incompetente. Insomma, di fardelli sulle spalle e di sassolini dalla scarpa, Fede ne ha più d’uno.

La richiesta del giornalista a un istituto di Napoli

Emilio Fede dal 18 settembre è in affidamento in prova ai servizi sociali. E nella conversazione tv dall’emblematico titolo si mostra deciso nel volersi liberare dalle ombre e dal pregiudizio che negli ultimi tempi hanno accompagnato la sua immagine e il suo vissuto. E così, allo scettico interlocutore che lo sta intervistando sul Nove, replica con fermezza alla domanda sul suo immediato futuro: «Cosa farò ora che sono in affidamento in prova ai servizi sociali? Ho chiesto di poter andare in un istituto di ragazzi ai quali insegnare la differenza tra bene e male. La città di Napoli si presta»…

Peter Gomez spiazzato: se la sente?

Peter Gomez sembra nutrire qualche dubbio. O forse vuole solo speziare con un  po’ di pepe La Confessione del giornalista. Che però, da vecchia volpe, non cade nella trappola buttata là dal direttore de Ilfattoquotidiano.it, che lo incalza: «Se la sente? Insomma, ne ha combinate di tutti i colori nella vita»… Sì me lo sento benissimo. E’ la prima risposta. Poi Fede aggiunge: Sono stato ragazzo e birichino anche io. Più avanti nel corso del tempo sono anche andato a giocare a Montecarlo… Insomma, nella mia vita ho fatto delle birichinate, certo. Ma non ho mai avuto a che fare con la criminalità. Ma proprio per questo credo di essere perfettamente in gradi di scindere e di dire ai ragazzi questo è bene, ma quest’altro è male»...

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )