Usa, Obama in soccorso dello spento Biden. Lo sfottò di Trump: «Comizio senza folla»

martedì 27 Ottobre 19:00 - di Redazione
Obama

È il giorno di Barack Obama. L’ex-presidente scende in campo per sostenere Joe Biden, già suo vice alla Casa Bianca. Un arrivo previsto e programmato, ma che si è fatto addirittura necessario alla luce della rimonta di Donald Trump. Che l’attuale presidente sia in risalita lo confermano le parole di Obama, rivelatrici di una certa preoccupazione. «Dobbiamo votare come mai abbiamo fatto prima, per non lasciare nessun dubbio. Non possiamo permetterci altri quattro anni di Trump», ha infatti esortato l’ex presidente a chiusura del suo comizio elettorale a Orlando in Florida.

Comizio di Obama a Orlando (Florida)

In precedenza, aveva intrattenuto il pubblico insistendo sui differenti profili dei due contendenti. «Mi sono seduto nello Studio ovale con entrambi i candidati che corrono per la presidenza. Se non ve ne siete accorti, sono molto diversi», aveva esordito Obama. Per poi aggiungere: «Non pensavo che Trump potesse assumere la mia visione, ma pensavo avrebbe potuto prendere sul serio l’incarico. Ma non l’ha fatto». Le accuse sono le solite dei democrats Usa. «Non ha mostrato alcun interesse nel lavoro, o in altro che non fosse aiutare i suoi amici e trattare la presidenza come un reality-show». Infine, una stoccata ironica al narcisismo del presidente: «Trump è geloso della copertura mediatica data al Covid».

«Andate a votare in massa»

Già, il Covid. È questo, secondo i dem, il punto debole del presidente uscente. «Yes we can!», ha gridato Obama rispolverando lo slogan della sua prima campagna elettorale.  In questo caso, lo ha fatto per dire che la pandemia può essere riportata sotto controllo. «Joe Biden – ha assicurato – è in grado di farlo, ha un piano efficace. Mentre Donald Trump non ha fatto niente». Trump, però, non se ne sta a guardare e irrompe con tweet nel comizio del rivale. «Ora la Fox News sta mandando in onda Obama senza folla, un finto discorso per Biden. Un uomo – ha concluso – che riesce a malapena a sostenere perché non può credere che vincerà».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *