Sondaggio, la Meloni cresce sempre di più: 38% di gradimento. Conte continua a scendere

giovedì 29 Ottobre 11:52 - di Redazione
Sondaggio Meloni

Anche l’ultimo sondaggio lo conferma: la Meloni, col 38% di consensi, vola nel cuore degli italiani. La leader di FdI, dunque, è sempre più lanciata nella conquista degli elettori supera tutti a destra e a sinistra. Un successo conquistato in nome di impegno e credibilità politica. Secondo il sondaggio di Fabrizio Masia, realizzato per Agorà su Rai Tre, la fiducia degli italiani è riposta in lei, una donna a capo di un partito, che con il suo 38% di attestazioni di stima soffia sul collo del premier Conte e insidia la posizione dell’alleato di centrodestra, Matteo Salvini. 

Sondaggio, Giorgia Meloni supera tutti

Dunque, Giorgia Meloni al momento scala la vetta del podio delle preferenze degli elettori di casa nostra. Stando a quanto sancisce il sondaggio per Agorà con l’attendibilità della matematica percentuale, la leader di Fratelli d’Italia, forte di un 38% di fiducia, sarebbe a un passo dallo scalzare Conte dal podio, dato al momento ancora al 40% di indice di gradimento.  L’inarrestabile crescita di consensi della Meloni, in corso ormai da molti mesi, vede infatti la numero uno di FdI guadagnare anche questa settimana un altro punto percentuale. A fronte, peraltro, di un ulteriore perdita di posizioni del presidente del Consiglio, sceso in questi giorni di ben 5 punti nella classifica sulla fiducia degli elettori.

Consensi in rosso per Zingaretti: i dem gli preferiscono Bonaccini

In aumento anche le posizioni dei partner di centrodestra leghisti. Stando sempre al sondaggio realizzato dal direttore di Emg Acqua, i dati danno in crescita anche Matteo Salvini e Luca Zaia. I quali ottengono rispettivamente il 33 e il 28 per cento delle preferenze elettorali registrate dall’indagine. In casa Pd, invece, consensi in rosso. Letteralmente. Il leader Zingaretti, fermo al 26%, cede il passo al governatore dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che continua ad accreditarsi tra i dem come possibile alternativa all’attuale segretario.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *