Roma, immigrati scatenati in centro: 72enne circondata in via del Plebiscito e furti a raffica

domenica 4 Ottobre 14:11 - di Fabio Marinangeli
via del plebiscito

Da via del Plebiscito a Cola di Rienzo e a Termini. Non solo gli sbandati e gli ubriachi che si aggirano per i saloni della Stazione, E nemmeno i clochard sotto le coperte. Uno scenario desolante. Gli immigrati continuano a scatenarsi nel cuore di Roma. Cinque gli arresti, in poche ore, per furto aggravato. A finire in manette una banda composta da un algerino di 48 anni, un marocchino di 40 anni e un kosovaro di 59 anni, tutti con precedenti. E poi – in due episodi isolati – un ucraino di 44 anni e un marocchino di 41.

Una 72enne accerchiata a via del Plebiscito

La banda era entrata in azione nei pressi della fermata degli autobus di via del Plebiscito. Dopo aver accerchiato una 72enne, l’immigrato algerino – mentre i complici facevano da scudo in modo che i suoi movimenti non fossero visti dagli altri passeggeri – ha aperto la borsa della vittima. Ha iniziato a rovistare all’interno. La scena, loro malgrado, è stata notata dai carabinieri che li hanno immediatamente bloccati e portati in caserma.

A via Cola di Rienzo un furto da oltre mille euro

Poco dopo, i carabinieri hanno arrestato un ucraino di 44 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Pochi istanti prima si era impossessato di un giubbotto del valore di oltre 1.000 euro esposto in un negozio di abbigliamento di via Cola di Rienzo. A fare la segnalazione, il responsabile dell’esercizio commerciale. I militari hanno individuato il ladro a poca distanza dal negozio, recuperando la refurtiva.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica