Pd e M5S regalano 900mila euro del Dl Agosto alla Casa delle donne. Mollicone: “Una marchetta”

lunedì 5 Ottobre 16:27 - di Eleonora Guerra
casa delle donne

Ci avevano provato col Milleproroghe, in piena campagna elettorale per le suppletive, e non ci erano riusciti. Ora, alla vigilia della campagna elettorale per le comunali, sono tornati alla carica con il dl Agosto. Il Pd, con la complicità degli alleati, non perde il vizio di usare i provvedimenti economici destinati all’interesse del Paese come cassa per le proprie “marchette elettorali”, in questo caso quella per salvare la Casa internazionale delle Donne di Roma. A denunciare il caso è stato il deputato romano di FdI, Federico Mollicone. “Col favore delle tenebre”, ha chiarito, è stato approvato un emendamento che stanzia 900mila euro per ripianare i debiti dell’associazione con il Comune di Roma, ovvero con i romani.

Mollicone: “Una marchetta elettorale della sinistra”

“Come nel Milleproroghe, la maggioranza – ha sottolineato Mollicone – tenta di inserire le proprie necessità elettorali nei provvedimenti. L’approvazione nel dl Agosto dell’emendamento che prevede lo stanziamento di 900mila euro per ripianare i debiti della Casa Internazionale delle Donne nei confronti di Roma Capitale è inaccettabile“. “A pochi mesi dalle amministrative capitoline, il Pd, Italia Viva e il Movimento 5 Stelle – ha chiarito ancora l’esponente di FdI – cercano di ricomprarsi il consenso perso con una marchetta nei confronti di un’associazione che, da sempre, è stata vicina alla sinistra romana”.

I soldi alla Casa delle donne dati “col favore delle tenebre”

”L’emendamento presentato per salvare l’associazione dallo sfratto, proprio mentre era in corso un’elezione suppletiva dove correva anche il ministro dell’Economia Gualtieri – ha ricordato Mollicone – fu dichiarato inammissibile al Milleproroghe. Qui, invece, in una seduta notturna, praticamente ‘col favore delle tenebre‘, la maggioranza comincia già con le proprie marchette elettorali”.

“Cosa c’entra questo col rilancio dell’economia?”

”In un decreto per il ‘sostegno e il rilancio dell’economia’ cosa centra il ripiano del debito di un’associazione? La maggioranza non si imbarazza?”, ha quindi chiesto Mollicone, secondo il quale potrebbe profilarsi un danno erariale, perché “pagano un debito con l’erario con i soldi pubblici“. Mollicone, quindi, ha annunciato “un’interrogazione al ministro dell’Economia e una segnalazione all’Anac “per gli accertamenti necessari”. L’elargizione alla Casa delle Donne di Roma, comunque, non è l’unica del dl Agosto a destare perplessità. E a suonare come una “mancetta” alle associazioni amiche. Appena un paio di giorni fa, infatti, il Pd si vantava per l’approvazione di un emendamento che stanzia la bellezza di 4 milioni di euro che finiranno alle associazioni Lgbt.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica