L’Europa promuove l’hamburger vegano. Fratelli d’Italia: un favore alle lobby mondiali

venerdì 23 Ottobre 15:25 - di Redazione

L’hamburger vegano, vegetariano, rimarrà in commercio con la denominazione di hamburger. Il Parlamento Europeo, riunito in plenaria in remoto a Bruxelles, ha respinto tutti i principali emendamenti al regolamento sulla comune organizzazione dei mercati per i prodotti agricoli (emendamenti 165, 264 e 275). Erano emendamenti che riservavano le denominazioni come hamburger o salsiccia agli ‘originali’, fatti di carne, e non di verdure.

L’hamburger vegano, gli emendamenti presentati

C’erano tre emendamenti chiave al regolamento Ocm (organizzazione comune dei mercati, in gergo comunitario) riguardanti i prodotti a base di carne e gli hamburger vegetali o vegetariani, o ‘veggie burger’ che dir si voglia. Il primo, l’emendamento 165, approvato in commissione Agri, riconosceva bistecca, salsiccia, scaloppina, burger e hamburger come prodotti “esclusivamente” a base di carne.

L’emendamento 264, presentato dal Ppe, riservava i nomi utilizzati per la carne (ad esempio manzo e maiale), i tagli di carne (ad esempio bistecca, braciola di maiale) e i prodotti a base di carne (ad esempio prosciutto, salame) esclusivamente ai prodotti contenenti parti commestibili di animali.

L’emendamento 275, presentato dal gruppo S&D, se approvato, avrebbe riservato, di norma, i nomi relativi alla carne solo per i prodotti contenenti carne.

Fdi, De Carlo: Europa nemica dei popoli e delle loro tradizioni

Il senatore e responsabile Agricoltura di FdI Luca De Carlo ha detto che “Fratelli d’Italia chiede una legge che tuteli l’interesse nazionale dopo l’ennesimo attacco sferrato alle produzioni locali da un’Europa ormai nemica dei popoli e delle sue tradizioni”.

“La bocciatura da parte del Parlamento Europeo degli emendamenti che intendevano limitare l’uso della denominazione ‘carne’ ai soli prodotti animali, certifica infatti – continua De Carlo –  l’ostilità di questa Europa contro qualsiasi cosa rappresenti l’identità di un territorio e i suoi prodotti. A pagarne un prezzo altissimo sono i nostri agricoltori e produttori costretti a chiudere perché ormai le grandi lobbies mondiali, ed un’Europa piegata ad esse,  aprono le porte al miele prodotto senza le api , il latte senza le vacche e ora anche ad hamburger e salsicce senza carne”.

 

Articolo per “The Conservative” Link: https://theconservative.online/article/leuropa-promuove-lhamburger-vegano-fratelli-ditalia-un-favore-alle-lobby-mondiali

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • luciano mininni 23 Ottobre 2020

    Sai che porcheria!!!