Il governo vacilla sul Mes, Zingaretti bastona Conte: «Non se la può cavare con una battuta»

lunedì 19 Ottobre 13:26 - di Monica Pucci

E’ durissimo lo scontro che si scatena sul Mes nel governo, il giorno dopo le dichiarazioni del premier Conte, che ieri – in conferenza stampa – aveva lanciato messaggi di assoluta chiusura al Pd attaccando nel merito lo strumento.

Di prima mattina, il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, lancia un attacco frontale al presidente del Consiglio e lo invita a muoversi con maggiore prudenza sull’utilizzo del Mes, invocato anche dai renziani.

Zingaretti contro Conte sull’utilizzo del Mes

“Ogni atto che produce polemiche a mio giudizio è un errore e un tema così importante per la maggioranza come il Mes va affrontato insieme, nelle sedi opportune che sono la discussione parlamentare, la discussione politica tra governo e maggioranza e non certo in una battuta in una conferenza stampa, perché questo porta con sè inevitabilmente uno strascico di polemiche che non è in sintonia con la volontà di tutti di dare agli italiani dei punti fermi e di riferimento”.

Nicola Zingaretti, stavolta, ha abbandonato la sua consueta cautela per attaccare a fondo: “Credo che in un momento cosi’ delicato, con il Coronavirus che angoscia milioni di italiani, di imprenditori e di famiglie, bisognerebbe evitare ogni occasione per polemiche politiche. Bisognerebbe scommettere sulla solidarietà delle forze politiche di maggioranza, sul sostegno leale che stanno dando al governo, sull’impegno delle forze parlamentari. Io credo -ha concluso- che questo clima che stiamo tentando di costruire sia un grandissimo valore aggiunto”.

Arrivano altre voci critiche, ma Di Battista esulta

“Un tema serio come il Mes non si affronta con una battuta in conferenza stampa, ma nelle sedi opportune: il Parlamento e il dibattito tra Governo e maggioranza. Zingaretti dice con chiarezza quanto pensa tutto il Partito Democratico”. Lo scrive su Twitter il deputato del Pd, Andrea Romano, mentre Alessandro Di Battista esulta e attacca l’alleato Matteo Renzi.

“Il Presidente del Consiglio ha liquidato, definitivamente, la questione Mes. Restano con l’amaro in bocca i Salvini e le Meloni (a detta loro il Mes è stato approvato già una ventina di volte) che pensavano di lucrare elettoralmente su questo punto. Si incartapecorisce ancor di più il Fu Matteo Renzi che dovrà trovare un altro argomento per i suoi latrati quotidiani che lo auto-illudono di esistere ancora politicamente. Il Movimento da sempre si è dichiarato contrario al Mes e ne va dato atto”, scrive su Facebook l’esponente M5S Alessandro Di Battista.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *