«Forza Etna», Vauro alla frutta fa l’ultrà. E nella sua vignetta invoca la lava su Salvini

sabato 3 Ottobre 11:19 - di Chiara Volpi
Vignetta di Vauro contro Salvini

Il solito Vauro, la solita vignetta: tutto livore più che ironia o satira come per mestiere – oltre che per deontologia – dovrebbe essere. E così, come sempre mosso dall’astio che lo anima irrefrenabilmente contro Matteo Salvini, in occasione della 3 giorni di Catania del leade leghista e del centrodestra unito, prova a sparare l’ultima bordata con l’ennesima vignetta di cattivo gusto. «»

La vignetta di Vauro: l’ultimo esempio di spirito livoroso più che di satira

Una roba più da pessima tifoseria ultrà che da satira politica, l’ultima invettiva del vignettista rosso sul Fatto Quotidiano di oggi. Uno spazio in prima pagina, in cui il disegnatore disegna un Salvini che invoca l’Etna (e una sua possibile eruzione) sulla folla dei catanesi acclamanti il leader del Carroccio. La vignetta, neanche a dirlo, più che corredare gli scritti in evidenza, fa da supporto (e in questo caso sarebbe quasi meglio scrivere “supporter”) all’acrimonioso pezzo in prima del direttore del quotidiano, Marco Travaglio. Altro acrimonioso contributo contro il “nemico giurato di sempre”...

Vignetta di Vauro contro Salvini foto dalla pagina Twitter del Fatto Quotidiano

 

La vignetta di Vauro e l’editoriale di Travaglio: solo bordate di veleno spurio

L’udienza preliminare del processo a Matteo Salvini per il presunto sequestro di persona di 131 migranti a bordo della nave Gregoretti è in corso. E nel suo editoriale Travaglio torna a lanciare bordate contro il segretario della Lega, sostenendo – ironicamente – come l’ex titolare del Viminale sia riuscito a «buttarla in caciara». Difendendosi dagli attacchi della magistratura passando da “vittima”. E rispondendo al fuoco delle toghe a forze del centrodestra unite. Eccolo allora l’anello di congiunzione tra l’odiosa vignetta di Vauro e l’editoriale del direttore del Fatto: la presenza dei leader di centrodestra Meloni e Tajani. Solidali e lealmente al fianco di Salvini a Catania. Un dato che, nella fantasia distorta del vignettista, farebbe pronunciare proprio all’ex ministro un “forza Etn… ops”. C’è poco altro da aggiungere: l’attacco concentrico si commenta da sé…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carmine De Luca 4 Ottobre 2020

    ….ha anche il coraggio di dire che SALVINI è razzista…lui che spolvera uno striscione razzista da stadio cos’è?

  • ADRIANO AGOSTINI 4 Ottobre 2020

    E’ squallido di natura e lo dimostra ogni giorno di più.

  • rino 4 Ottobre 2020

    Altro squallido personaggio che ha influenzato l’opinione pubblica con le vignette e la risata. Perché la destra non riesce a fare altrettanto? Perché non programmare una finestra di Overton come la sinistra a proposito dell’immigrazione incontrollata, delle nozze gay, dell’utero in affitto e ora della limitazione della libertà approfittando di una epidemia che praticamente da noi non esiste più?
    Solo il 2,37 di tamponi positivi su oltre 110.000 (dati di ieri) e positivo non significa malati. Solo 27 malati, cioè sintomatici, e solo 2 su 60.000.000 di italiani in terapia intensiva. E con questi dati si tappa la bocca a tutta Italia, con quel che e segue, come l’impossibilità pratica di manifestare efficacemente perché sarebbe assembramento.
    Si distruggono i contatti sociali e si isolano gli individui alla mercè del potere, come in Cina. Bisogna reagire, basta fare i bravi italiani responsabili quando siamo di fronte a un’aggressione. Basta con il ridicolo degli italiani disciplinati perché in realtà costretti da multe da 400 a 1000 euro. Cosa fa la destra? Vuole scomparire?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica