Covid, il “Secolo” continua a lavorare in smart warking. La sede chiusa solo per la sanificazione

lunedì 12 Ottobre 15:40 - di Redazione
Secolo

In relazione alla notizia della chiusura della sede del Secolo d’Italia perché il direttore editoriale Italo Bocchino è risultato positivo al Covid, precisiamo:

  • tutta la redazione del Secolo d’Italia, in via precauzionale, ha iniziato a lavorare in smart working già dallo scorso febbraio, un mese prima che fosse deciso il primo lockdown su tutto il territorio nazionale, anticipando la scelta di molti altri giornali;
  • da alcune settimane è stata concordata con la redazione la presenza volontaria in sede, limitata a due giornalisti, così da garantire il distanziamento sociale e tutti i dispositivi di sicurezza;
  • adesso la sede è temporaneamente chiusa per consentire la sanificazione e quindi per il tempo strettamente necessario a renderla completamente sicura:
  • il collega Italo Bocchino ha una sintomatologia lieve;
  • a Italo giungano gli auguri di pronta guarigione, il nostro affetto e il grazie per il lavoro che sta continuando a svolgere in questo periodo, come ha sempre fatto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 14 Ottobre 2020

    Auguri a tutti e mantenete correttamente le distanze da tutti.
    L’informazione del ” Secolo ” e’ importante per controbattere la distorta informazione dei giornali di sinistra.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica