Covid, il numero dei contagi fa paura: 4458 nuovi positivi, 22 morti. Scatta l’allarme in tutt’Italia

giovedì 8 Ottobre 18:38 - di Massimo Baiocchi
contagi

Arrivano notizie di contagi da ogni angolo d’Italia. Cresce la paura, a partire dalle scuole che devono far fronte quotidianamente a situazioni di emergenza. A Napoli la tensione è alle stelle, così come a Roma. Anche la Lombardia registra numeri molto alti. Continuano a salire i contagi di Covid nel nostro Paese. E sembra che la situazione stia sfuggendo di mano. Secondo i dati forniti dal ministero della Salute, nelle ultime 24 ore si sono registrati 4.458 nuovi positivi (ieri erano stati 3.600) a fronte di 128.098 tamponi effettuati. Inoltre ci sono purtroppo altri 22 i morti, che portano il totale a 36.083 dall’inizio dell’emergenza. I casi totali salgono invece a 338.398.

Contagi, nessuna regione è quota zero

Un altro dato non è rassicurante. Intatti, nessuna regione a zero contagi nelle ultime 24 ore. La Regione con l’incremento più alto è la Campania con 757 nuovi casi, seguita dalla Lombardia con 683. Attualmente sono 65.952 i positivi (+3.376 da ieri): 3.925 ricoverati con sintomi, 358 (+21) in terapia intensiva e 61.669 in isolamento domiciliare. Il numero totale dei dimessi/guariti sale invece a 236.363 (+1.060).

Tensione alle stelle in Campania, 35 in terapia intensiva

Sono 55 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Campania, su un totale di 108 posti di terapia intensiva attualmente disponibili negli ospedali campani. Sono invece 550 i posti letto di degenza occupati a fronte di 665 posti disponibili.

Preoccupa la situazione a Roma e nel Lazio

Su oltre 13mila tamponi nel Lazio si registrano 359 casi positivi a Covid-19 e di questi 144 a Roma; 6 i decessi e 81 i guariti. Quanto ai drive-in sotto pressione,  si cerca di porre – in ritardo – qualche rimedio. È stata emanata una circolare esplicativa a medici, pediatri e tutte le strutture del Sistema sanitario regionale. La diagnosi di primo livello si fa con i tamponi rapidi che consentono una risposta immediata, le validazioni dei casi positivi si fanno con il test molecolare. «I numeri di Covid nel Lazio mostrano un lieve aumento della curva che, probabilmente, comincia a risentire dell’apertura delle scuole. Un riavvio che, per quanto in sicurezza, ha spostato migliaia di persone»  Lo sostiene Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • rino 9 Ottobre 2020

    I 3.376 positivi non significano niente, contano i malati, i 358 ricoverati e i 22 morti su 60.000.000 di abitanti. Mi sembra che ci siano più morti per altre malattie. Purtroppo l’ignoranza è tanta, e la paura figlia dell’ignoranza. Non ci si contagia passando accanto a una persona anche senza mascherina.
    Siamo di fronte a una disinformazione mediatica con lo scopo di ridurre le libertà dei cittadini, puntellare un governo incapace e far fare affari d’oro alle case farmaceutiche che tengono le fila di questa tragica menzogna tramite politici cointeressati per i loro scopi.
    Si manda l’economia a rotoli e il colpo di grazia sarà la patrimoniale e l’aumento esponenziale dell’irpef e varie, oltre all’azzeramento di fatto delle detrazioni.
    Ricordiamoci che il boom economico anni sessanta è finito con le tasse del centrosinistra e l’Italia è fallita con quelle di Monti.
    C’è gente, fin dagli anni ’90, che per quello che ha fatto al governo, dovrebbe come minimo pagare i danni al paese e ora la cosa si ripete e sarà fatale.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica