Covid a Roma, il disastro di Zingaretti e del M5S: reportage allucinante di Piazza Pulita (video)

venerdì 16 Ottobre 17:52 - di Adriana De Conto

Le Asl di Roma nel caos più imbarazzante: ore di attese ai drive in per un tampone e positivi mai contattati per il tracciamento. Una vergogna assoluta. L’inadeguatezza della Regione di Nicola Zingaretti e del governo Pd-5Stelle è stata smascherata nel servizio di Piazzapulita di La7 andato in onda nella puntata di giovedì 15 ottobre. Una gestione disastrosa della pandemia, che contribuisce ad alimentare continui focolai.

Le testimonianze sono incredibili. “Sono stata abbandonata a me stessa, ho chiamato io tutte le persone che ho frequentato”, denuncia una ragazza in coda al drive in. “Sono risultata positiva il 18 settembre, ho una figlia di 15 anni. Per avvisare la scuola è stato un dramma, nessuno dalla Asl ha mai contattato la scuola di mia figlia, una vergogna“. Sono testimonianze di un fallimento che Zingaretti e il M5S dovranno spiegare. “Se io non avessi comunicato a nessuno di essere positiva, cosa sarebbe accaduto”?, dice un’altra romana contattata nel servizio.

Covid a Roma, smascherati Pd e M5S

Come se non bastasse è arrivato pure l’annuncio della Regione Lazio del via libera ai laboratori privati per l’effettuazione dei tamponi rapidi: molti istituti della lista, però, non sono ancora pronti per effettuare i test. Senza contare i centralini irraggiungibili e le iscrizioni online in tilt. Insomma, se il Coronavirus sta dilagando a Roma è anche per colpa della politica. Non ci sono alibi. Come sta funzionando il tracciamento?, chiede in giro la cronista coraggiosamente, tra persone avvilite e preoccupate. “Abbandonata a me stessa”, risponde una signora. “Poi una risposta dopo dieci giorni : Si mi mandi una mail: dopo 10 giorni il focolaio era bello e aperto…”, commenta la donna. Il Covid a Roma viaggia da solo in libertà.

Covid a Roma, nessun tracciamento: le testimonianze

La lista della Regione Lazio di 94 laboratori privati per effettuare tamponi rapidi è un’altra presa in giro: “in realtà non è vero: non siamo pronti al momento”, è la risposta di un operatore. “Perché allora siete  nella lista?”, chiede la cronista. La risposta è destinata a rimanere nei misteri gaudiosi. Dunque, tracciamenti zero, coronavirus libero di circolare. Il disastro di Nicola Zingaretti e del governo di Pd e in M5s in una manciata di minuti in un viaggio allucinante nelle Asl romane: Corrado Formigli ha offerto un ottimo servizio ai telespettatori di Piazzapulita smascherando   lo sconcertante caos in cui versa la Capitale.  Di fatto, un’autostrada per la nascita di cluster e focolai. Sono state intervistate  mamme con figli all’asilo nido nel panico. “C’è qualcuno che viene a casa?”,  chiedono. “No, la Asl non mi contatta”, è la risposta ricorrente. Sempre la stessa.

#piazzapulita Roma: ore di attesa ai drive in e chi risulta positivo non viene contattato per il tracciamento. Micaela Farrocco

Pubblicato da La7 su Giovedì 15 ottobre 2020

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica