Coprifuoco alle 22 in tutt’Italia: Lamorgese e Conte accarezzano l’idea. Zampa: «Non è escluso»

venerdì 16 Ottobre 11:32 - di Prisca Righetti
Coprifuoco in Italia

Il virus corre. I contagi aumentano esponenzialmente di giorno in giorno. Cresce la paura e, via via che la situazione epidemica peggiora, il governo pensa a nuove restrizioni. Ma saranno quelle giuste? Già, perché in queste ore si comincia a parlare di coprifuoco alle 22 in Italia. Certo il boom di contagi registrato nell’ultimo bollettino della Protezione Civile induce l’esecutivo a ulteriori forme di contenimento del Covid-19. E così sembra che Conte, Speranza e Lamorgese stiano valutando l’eventualità di andare a ulteriori restrizioni, come in Francia. Dunque, come oltralpe, l’ipotesi di un coprifuoco alle 22  prende corpo anche da noi. E il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, intervenuta a Rainews24, in tv arriva a non escluderlo.

Coprifuoco alle 22 in Italia? I giornali ne parlano

Dunque, coprifuoco alle 22 in tutta Italia e didattica a distanza, ma solo nelle scuole superiori. Mentre la Lombardia potrebbe presto seguire la Campania nella chiusura degli istituti. del resto, come noto, l’indice di contagio RT a Milano è oltre il 2. Non solo. Come riportano molti siti in queste ore, la posizione del governo potrebbe essere sintetizzata anche in un virgolettato attribuito oggi dal Fatto Quotidiano a una fonte di governo. Passo che recita: «Se nei prossimi giorni i nuovi contagi schizzassero a 15/20 mila al giorno, un altro Dpcm con una sorta di coprifuoco sarà preso in considerazione. Per scongiurare questo scenario, entro due settimane le ultime misure dovranno aver dato frutti». E non è tutto. A parlare di restrizioni orarie delle libertà ha provveduto anche il Corriere della Sera, che proprio poco fa ha segnalato a sua volta l’eventualità di un possibile provvedimento che indichi per le 22 la chiusura dei locali pubblici. Mentre il Giornale, ipotizzando lo stesso scenario, lo anticipa addirittura alle 21.

Coprifuoco, il sottosegretario alla Salute Zampa: «Non è escluso»

Dunque se ne parla. Tanto che lo stesso sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, intervenuta a Rainews24, ufficializza un possibile provvedimento. «Non mi risulta” che il Governo stia pensando al coprifuoco per frenare i contagi da Covid-19. Ma – aggiunge poi emblematicamente – questo non vuol dire che non possa essere uno dei punti della discussione che avviene in questo momento tra il ministro della Salute, il presidente del Consiglio e, immagino, il ministro degli Interni». Così, la sera viene blindata. Di contro, però, tutto quello che avviene durante la giornata: scuole di ogni ordine e grado aperte indiscriminatamente col virus che corre tra i banchi. Trasporti del servizio pubblico nel caos. E tracciamenti ancora insufficienti e inefficaci, continuano a non arginare la situazione. Anzi...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica