Scuola e Covid, FdI: “Le carenze di organico siano colmate coi percettori di reddito di cittadinanza”

mercoledì 2 Settembre 15:08 - di Agnese Russo
scuola covid

Impiegare i percettori di reddito di cittadinanza nelle scuole per fare fronte alle nuove esigenze dettate dall’emergenza Covid. La proposta, avanzata con uno specifico ordine del giorno alla Camera, arriva da Fratelli d’Italia. La sua adozione porterebbe un duplice vantaggio: dare “un’occupazione stabile a migliaia di italiani” e, soprattutto, “un contributo concreto per risolvere l’emergenza sanitaria nelle scuole”.

Una proposta per la scuola ai tempi del Covid

“Con l’inizio dell’anno scolastico sarà indispensabile una maggiore presenza a supporto delle attività quotidiane”, ricordano le deputate di FdI Carmela Ella Bucalo e Paola Frassinetti, che hanno presentato l’Odg e sono rispettivamente responsabile scuola del dipartimento istruzione di FdI e vicepresidente commissione Cultura. Le parlamentari, dunque, propongono “l’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza all’interno dei plessi scolastici per intensificare l’attività di sorveglianza, igienizzazione e pulizia arredi e locali”.

FdI a Pd e M5S: “Se tenete alla scuola, votate l’Odg”

“Se davvero la maggioranza ha a cuore la scuola, allora voti a favore del nostro Ordine del Giorno”, concludono quindi Bucalo e Frassinetti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica