Salvini vuole un candidato civico per Roma. Rampelli dice no: scegliamo uno che può vincere

mercoledì 23 Settembre 17:00 - di Redazione

Matteo Salvini vorrebbe un candidato civico per Roma ma Fratelli d’Italia, per bocca di Fabio Rampelli respinge la proposta. Alla conquista del Campidoglio Salvini vedrebbe bene, per il centrodestra, qualcuno che venga dal mondo delle professioni e dell’impresa. Il leader della Lega lo afferma in un’intervista al Corriere: “Nel 2021 – dice – vanno al voto tutte le più grandi città italiane. Tutte a guida Pd o 5stelle. Io proporrò alla coalizione di scegliere gente che proviene dall’impresa e dalle professioni. Anche senza tessere di partito in tasca. L’alleanza si deve allargare”.

Per Roma M5S e Pd pensano a un’alleanza che faccia fuori la Raggi

Il suggerimento di Salvini nasce forse anche sulla base di ciò che si muove sul fronte avversario. Ne parla oggi Il Messaggero: un patto tra M5S e Pd per una candidatura civica condivisa a Roma (i nomi che circolano sono sempre gli stessi, Franco Gabrielli e Davide Sassoli). Ovviamente l’alleanza potrà stringersi solo se Virginia Raggi si convincerà a fare un passo indietro.

Il No di Fratelli d’Italia alla proposta di Salvini

Ma Fratelli d’Italia non è d’accordo sull’ipotesi fatta da Salvini. “Ogni campagna elettorale si contraddistingue, nelle sue battute preliminari, per l’eterna disputa tra politica e società civile. Dico molto semplicemente che si tratta di trovare la persona giusta, gli identikit buttati lì lasciano il tempo che trovano”, dice il vicepresidente della Camera e deputato romano di FdI, Fabio Rampelli.

Rampelli: candidato civico? Anche no, basta che sia quello giusto

Quello di Salvini – osserva Rampelli – “è un approccio insufficiente. Qui non si tratta di scegliere tra due contenitori astratti, si tratta semplicemente di lavorare sui progetti e conseguentemente scegliere la persona che meglio possa interpretare e rappresentare questi progetti. Puo’ essere una persona che proviene da un percorso politico o analogamente una persona che proviene dalla società civile. Insomma, non sento di sbilanciarmi”. Quanto ai tempi di individuazione del candidato del centrodestra per il Campidoglio, Rampelli fa presente che “subito dopo i ballottaggi delle comunali, sicuramente, cominceremo ad applicarci seriamente sul dossier Roma“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica