Regionali, Di Battista in campo per sabotare la desistenza grillina in favore del Pd. Conte trema

venerdì 18 Settembre 16:36 - di Valerio Falerni
Di Battista

Attenzione: caduta governo! Non è un vero e proprio segnale stradale, ma in Puglia cominciano ormai a vederlo in molti. Soprattutto ora che Alessandro Di Battista ha ricordato ai suoi sodali grillini che tra i candidati di Michele Emiliano, governatore uscente del Pd, figurano ben due sui complessivi tre giudicati «impresentabili» dalla Commissione parlamentare antimafia. Un’entrata che nel M5S ha fatto imbestialire tanti, soprattutto quelli annidati nell’ala governista. Ma che c’entra, potrebbe obiettare qualcuno, la sortita del Che Guevara di Roma nord con la sorte del governo?

Di Battista: «In Puglia gli impresentabili sono con Emiliano»

C’entra eccome se solo si considera che la Puglia è la terra di Conte e che lì Di Maio sta sperimentando il voto disgiunto in favore di Emiliano. Sta forzando la sua candidata, Antonella Laricchia, ma ne ha ricevuto un secco rifiuto. Ma questo ha determinato la condizione ideale per l’inserimento di Di Battista che lì può contare anche sull’ex-ministra Barbara Lezzi, punto di riferimento dei duri e puri. Se contestualizzate, quindi, le parole di Dibba sugli impresentabili di Emiliano acquistano tutta un’altra luce. Per molti del MoVimento, è la prova che tifa per la sconfitta del governatore piddino sperando che questo inneschi la crisi del governo e la rivolta tra i 5Stelle.

È la regione del premier

I segnali ci sono tutti. Per ora le defezioni si registrano ancora con il contagocce, ma una sconfitta troppo forte del Pd alle regionali e, soprattutto, un’affermazione del “no” al contestuale referendum, farebbe scattare il “liberi tutti” con conseguenze oggi inimmaginabili. Ovviamente, nessuno s’azzarda a censurare Di Battista, ma in molti non hanno gradito la notizia che il grillino ribelle oggi sarà in Puglia a sostenere la Laricchia. Un modo per dire che nessun voto disgiunto è possibile. Anche se questo, molto probabilmente, segnerà il destino di Emiliano. E forse anche dell’altro presidente pugliese: Giuseppe Conte.

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica