Marocchino tenta rapina a una disabile: le provoca trauma cranico e contusioni. E non è l’unico colpo

lunedì 7 settembre 15:36 - di Lorenza Mariani
marocchino tenta rapina a una disabile a Torino foto Ansa

Un immigrato marocchino, tranquillamente a spasso per Torino, tenta la rapina a una donna disabile: le provoca trauma cranico e contusioni multiple. E non è nemmeno l’unico colpo che prova a mettere a segno nell’arco della stessa serata…

Torino, marocchino tenta la rapina a una disabile

Lo straniero, un marocchino 20enne senza fissa dimora, ora dovrà rispondere di rapina aggravata. I carabinieri lo hanno arrestato venerdì notte in centro a Torino. Da quanto trapela dalle ricostruzione della folle notte di violenza e criminalità, il giovane ha cominciato ad agire in un minimarket della città. L’uomo, infatti, si è prima recato in un negozio nei pressi di via Po, dove ha minacciato il proprietario con un bastone per farsi consegnare una bottiglia di liquore. Poi, ottento l’alcolico, si è allontanato. Non di molto, e comunque quando non era ancora pago di colpi. Individuata infatti la nuova vittima da depredare, l’uomo ha subito aggredito una giovane con problemi di deambulazione per rapinarla, senza riuscirci. A quel punto, probabilmente arrabbiato e frustrato per il mancato furto, ha subito individuato la preda successiva. E così, nel giro di breve, ha rubato il portafoglio a un altro passante.

Non è l’unico colpo della folle serata di violenza

Alcuni testimoni che hanno assistito alla scena hanno chiamato il 112. L’immediato intervento di una pattuglia dell’Arma dei Carabinieri ha permesso di arrestare il rapinatore solitario. Nel frattempo, la donna disabile che il marocchino aveva aggredito solo poco prima, è stata accompagnata in ospedale per essere medicata. La donna è uscita la nosocomio  con 6 giorni di prognosi e con una diagnosi di trauma cranico e contusioni multiple. I carabinieri indagano sulla vicenda a più riprese: sospettano che il malvivente abbia messo a segno altre rapine in centro città. Probabilmente non solo l’altra sera…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica