La destra trevigiana torna in regione. È Tommaso Razzolini, il primo consigliere di Gioventù Nazionale

mercoledì 30 Settembre 10:10 - di Fabio Roscani
destra trevigiana

Torna la destra trevigiana in Regione Veneto

L’ultimo consigliere regionale di destra in provincia di Treviso, la terra più leghista d’Italia, fu Franco Prior nel 2000 con Alleanza Nazionale. Da lì in poi fu un vero e proprio declino, infatti nel 2005 Alleanza Nazionale non fece nessun eletto in provincia di Treviso passando dal 9.17% del 1995, all’8.67% del 2000 arrivando al 4.93% del 2005. Con l’avvento del Popolo della Libertà nelle elezioni del 2010 venne eletto un ex Forza Italia, Remo Sernagiotto. Nel 2015 sia Forza Italia che Fratelli d’Italia non fecero nessuno eletto.

Da Azione Giovani a Fratelli d’Italia

Negli stessi anni, si formava e cresceva tra le fila di Azione Giovani, una nuova generazione. Nella sede di Alleanza Nazionale in strada ovest a Treviso, rimasero tre ragazzi: Claudio Borgia (20 anni), Tommaso Razzolini (16 anni) e Mattia Torresan (15 anni). Dopo qualche mese si aggiunse Raffaele Freda (17 anni). Alla prima manifestazione di quell’anno per commemorare le vittime delle foibe in Piazza Pola, erano presenti 5 persone. Da lì in poi incominciò un costante lavoro sul territorio a partire dalle scuole, per passare alle piazze e ai mercati per arrivare all’università. Nel 2008 questo lavoro portò alla presidenza provinciale di Azione Giovani, Claudio Borgia. La comunità trevigiana ancorata saldamente ai valori e ai principi della destra sociale, arrivò poi ad avere decine di militanti. Nell’università trevigiana invece, Azione Universitaria sfiorava percentuali bulgare (più del 90% nell’elezione del cnsu del 2013) eleggendo al Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari prima Claudio Borgia (2010 con più di 900 preferenze) e poi Raffaele Freda (2013 con più di 700 preferenze).

Giovani amministratori, avanza la nuova destra

Parallelamente al percorso nel movimento giovanile e universitario arrivato ad avere ruoli apicali provinciali, regionali e nazionali, i militanti trevigiani incominciarono a candidarsi nelle varie amministrazioni comunali della provincia di Treviso, arrivando nella quasi totalità dei casi, a essere tra i più votati delle proprie città. Ad oggi infatti dopo un percorso che ha visto la comunità di Treviso approdare in Fratelli d’Italia dopo le mutazioni di Alleanza Nazionale, si contano circa 30 amministratori under 35 con ruoli di responsabilità quali Vice Sindaci, Assessori, Capigruppo, Consiglieri provinciali e comunali.

Tommaso Razzolini eletto in consiglio regionale. E’ il primo consigliere regionale di Gioventù Nazionale (FDI)

Il culmine del lavoro svolto in questi anni si è concretizzato alle elezioni regionali. Tommaso Razzolini, 29 anni, già eletto in passato consigliere provinciale di Treviso, assessore e Vice Sindaco di Valdobbiadene. Razzolini vince le elezioni regionali in Veneto nel collegio di Treviso. Raccoglie ben 4083 preferenze riportando a Palazzo Ferro Fini la destra Trevigiana dopo 20 anni. Tommaso Razzolini mette a segno un altro record. E’il primo consigliere regionale del movimento giovanile di Fratelli d’Italia, Gioventù Nazionale. Punto di riferimento politico di questa comunità è sempre stata Elena Donazzan. Ora sono molto legati anche a Luca De Carlo.

Sempre al fianco dei più deboli

I valori e le battaglie che hanno da sempre contraddistinto questa comunità sono stati: la difesa dei più deboli, la legalità, l’amor di Patria, la famiglia, la partecipazione agli utili dei lavoratori, il sostegno delle piccole e medie imprese, l’autodeterminazione dei popoli, il ricordo e la diffusione della tragedia delle foibe.

La destra storica trevigiana in campo per Tommaso Razzolini

In questa campagna elettorale la candidatura di Tommaso Razzolini ha riunito un’intera comunità politica. Razzolini ha avuto il sostegno e il tifo di figure storiche della destra trevigiana. Da Franco Prior (già consigliere regionale di an) a Pietro Giorgio Davì (primo sindaco di an della provincia di Treviso a Valdobbiadene).Da Gianni Pellizzari (storico consigliere comunale dell’msi e di an di Montebelluna), alla Famiglia Bonotto (storica famiglia di destra della provincia di Treviso), fino a Massimiliano Spagnol (già presidente di ag Treviso e consigliere comunale a Prefanziol) e a tanti altri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica