Grande Fratello, Fausto Leali contro il pensiero unico: ma perché la parola negro non si può dire? (video)

domenica 20 Settembre 17:07 - di Redazione

Fausto Leali di nuovo nella bufera al Grande Fratello vip. Il cantante stavolta, dopo le contestate frasi su Mussolini, ha usato la parola tabù “negro”. E poi, rimbrottato da tutti gli altri partecipanti, non ha fatto marcia indietro ma ha difeso la sua scelta lessicale.

I social chiedono a gran voce l’espulsione

Imperdonabile. Stavolta sarà espulso davvero?  Sui social i devoti del politicamente corretto invocano a gran voce la sua cacciata. Ma ecco che cosa è accaduto: parlando con gli altri inquilini della casa Leali ha appunto usato il termine “negro” e alle proteste di Enock Barwuah, fratello minore di Mario Balotelli, ha replicato: “Ma dai smettila… nero è il colore, negro è la razza“. Enock Barwuah ha espresso il suo disappunto:  “Però da casa ci guardano. Non deve passare ‘sta cosa del negro, sennò diventa una cosa comune“.

E che faccio con la canzone Angeli negri? La cancello?

A quel punto Leali fa l’ironico: “Assolutamente, gli uomini di colore sono i bianchi, perché noi cambiamo sempre colore”. Dunque rincara: “Allora cosa devo fare con la canzone Angeli negri, la cancello?”, chiede. Così si inserisce Patrizia De Blanck: “Neri devi dire. Ora ti fanno la stessa cosa di Mussolini, mo so cazz***”, ha chiosato come sempre in modo piuttosto genuino. Ma Fausto Leali non arretra: “La canzone è nata anni fa, che colpa ne ho io?”. E ancora, il fratello di Balotelli: “Ho capito cosa vuoi dire, ma e una parola che non deve essere detta, sennò la gente pensa che è normale, ma è non è normale perché se a me la dicono per strada mi dice quella cosa lì…Non deve passare questa cosa”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica