De Benedetti insiste: «Se uno è malato non cambio idea». Marina Berlusconi? «Poverina»

domenica 6 settembre 9:09 - di Paolo Sturaro
De Benedetti

Carlo De Benedetti  ribadisce punto per punto le dure critiche già espresse al Cav.«Io ho sempre pensato che Berlusconi sia stato un elemento negativo. Faccio una domanda semplice: cosa ha lasciato al Paese? È stato determinante per la politica italiana per 20 anni e mi interesserebbe sapere quali valori, quali azioni, avendo avuto il dominio della politica, abbia lasciato al Paese», spiega. «Se uno è malato – insiste – le mie opinioni non cambiano». E rigetta le accuse di essere stato duro col Cavaliere: «Assolutamente no».Imbroglione? «Certo, è la Cassazione che lo ha detto. Ha pagato per comprarsi un giudice. C’è qualcosa di più che comprarsi un giudice?».

De Benedetti contro Marina Berlusconi

«Per quel che riguarda Marina non val la pena di commentarla, poverina. Per gli altri sono stupito dal loro stupore», dice. E ricostruisce i fatti. «Prima del mio intervento ha parlato Cairo, suo amico, che stranamente non ha pensato di fargli gli auguri. Io invece ho cominciato il mio intervento facendogli gli auguri e chiedendo alla piazza un grande applauso. Dopodiché se uno è malato o meno le mie opinioni non cambiano. Tutti sanno che Berlusconi è stato mio avversario e che io presiedevo un giornale che si è distinto per il modo di condannare la sua politica», conclude.

Le reazioni alle parole dell’Ingegnere

Molte le reazioni contro De Benedetti, da Adriano Celentano a Sabrina Ferilli. «Le miserabili parole dell’Ingegnere», replica Maurizio Gasparri, «sono intrise di offese e di menzogne nello stile tipico del personaggio. Non meriterebbero ulteriori repliche. Ma è bene ricordare chi sia costui. In queste ore la famiglia Berlusconi si stringe  attorno a lui. Espressioni di solidarietà provengono da tutte le istituzioni e da tutta l’Italia, indipendentemente dalle appartenenze. Invece per De Benedetti la vita è stata molto più amara».

Gasparri: «De Benedetti sprezzante pure con i figli»

Fu lui nell’autunno del 2019, a latere di un fallito tentativo di riacquistare il quotidiano La Repubblica, a usare parole sprezzanti  contro i figli Rodolfo e Marco. Intorno a Berlusconi non si stringe soltanto la sua famiglia, ma l’Italia intera, De Benedetti invece non troverebbe nemmeno le lacrime dei suoi figli qualora dovesse avere qualche disavventura».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Piero 7 settembre 2020

    Lui ha comperato i giudici x le morti alla olivetti(se non sbaglio). Vergogna.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica