Volgarissimi insulti dello scrittore Veronesi alla Meloni. E Giorgia lo fulmina con una battuta

domenica 2 agosto 16:48 - di Augusta Cesari
Meloni Veronesi

«Vigliacca e traditrice te e tu sorella». Il tweet becero contro Giorgia Meloni non è di un buzzurro qualunque, è di uno scrittore, Sandro Veronesi. Da non crederci, invece è la triste verità. Il suo “epigramma” alato  è posto sotto un intervento sui sociale della leader di Fratelli d’Italia. Lei lo strafulmina in poche battute, da par suo. « Ed ecco a voi la famosa intellighenzia di sinistra, sempre molto attenta al rispetto delle donne, del libero pensiero e del prossimo. P.S. Caro Veronesi, un commento all’altezza dei tuoi libri».

Meloni: “Ecco a voi l’intellighenzia di sinistra»

Giorgia Meloni aveva scritto un tweet in cui solidarizzava con Matteo Salvini dopo il rinvio a giudizio per la faccenda Open Arms. Il commento finiva così: « Non conta più cosa sia giusto, ma cosa piaccia alla sinistra. Ce la faremo, Matteo, a difendere questa nazione da vigliacchi e traditori». Di qui il “colto” commento Veronesi: “Vigliacca e traditrice te e tu sorella”. Come un antagonista qualunque con la bava alla bocca. Se Giorgia Meloni con una stilettata lo ha messo in riga, Giovanbattista Fazzolari, responsabile nazionale del programma di FdI, gli ha fatto pelo e contropelo.

Fazzolari: »Veronesi nullità come scrittore e uomo»

L’esponente di FdI si chiede come mai Veronesi sia in auge da tempo senza particolari doti letterari. Risposta: il sospetto è che la chiave di lettura sia «la sua militanza politica, ovviamente a sinistra, e gli attacchi scomposti agli esponenti politici di destra. Oggi Veronesi – continua Fazzolari – conferma tutti questi sospetti con un tweet degno di un analfabeta dei centri sociali rivolto a Giorgia Meloni: Vigliacca e traditrice tu e tua sorella. Frase che spera possa fargli vincere un altro premio Strega. Altrimenti proverà con le pernacchie, i rutti e i vaffa rivolti agli esponenti di Fratelli d’Italia. Cose sempre molto apprezzate nei salotti buoni della sinistra». Conclusione al vetriolo: «Veronesi ha dato conferma al mondo di essere una nullità come scrittore e come uomo; ma a lui sta bene così, sa che finché darà prova di bieca faziosità sinistrorsa per lui ci sarà speranza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica