Un viceministro “cazzaro” di nome Sileri: «Voglio una vita spericolata, ma con la mascherina»

giovedì 27 agosto 15:59 - di Redazione
Sileri

Ci mancava solo l’esperto in versione cazzaro a completare il quadretto di un governo che sul virus annuncia molto e combina niente. Puntuale, è arrivato sotto le sembianze del viceministro alla Salute Pier Paolo Sileri che dai microfoni di Radio Cusano Campus ha tentato una azzardatissima quadratura del cerchio tra l’esigenza di libertà e la necessità dei divieti. Per riuscirvi (ma non è andato oltre il tentativo) ha scomodato persino Vasco Rossi: «Voglio una vita spericolata ma con la mascherina». Meglio se stava zitto. L’avesse fatto Matteo Salvini, sarebbe insorta persino la Siae. A tutela del diritto d’autore, ovviamente.

Sileri cita (a sproposito) i versi di Vasco Rossi

Decisamente più utile si è rivelata l’intervista del viceministro sugli scenari futuri. Pur premettendo che «nessuno può dirci cosa accadrà tra una settimana», Sileri si è detto «più preoccupato dall’influenza stagionale» che «dalla circolazione del coronavirus». E questo, ha spiegato, perché «l’influenza stagionale creerà degli allarmismi». Non esclude, perciò, che ci possano essere «dei passi indietro in attesa di confermare o meno la presenza del Covid-19».

Il viceministro: «La procura apra un’inchiesta sul Billionaire»

Quanto alla scuola primaria, il viceministro ammette che l’impossibilità di «portare il rischio a zero». Lo si può però limitare, anche se è un’impresa «far tenere la mascherina ai bambini di 6-7 anni». L’alternativa, in tal caso, è secca: «O si sceglie il metro di distanza o si opta per la mascherina». Facile a dirsi, ma non a farsi. Un’ultima riflessione Sileri la dedica a quanto accaduto al Billionaire. Il viceministro si è detto «atterrito» dal fatto che più d’uno ha dato «numeri di telefono falsi» all’ingresso del locale. Il problema è individuarli. «Magari se hanno pagato con la carta di credito potrebbero essere rintracciati», sembra suggerire Sileri. Che conclude così: «Immagino che su questo la Procura aprirà un’inchiesta».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica