Torino, immigrato ruba una bici: il proprietario lo insegue, lo afferra e gli rompe il naso

mercoledì 26 agosto 8:35 - di Roberto Mariotti
Torino

Il furto, l’inseguimento, le botte. È andata malissimo, stavolta, a un immigrato marocchino, che a Torino ha rubato una bicicletta parcheggiata davanti a un bar. Ha subito tentato di fuggire. Ma il proprietario della bici l’ha inseguito e l’ha raggiunto. A quel punto l’ha preso a pugni e gli ha spaccato il naso. La colluttazione è stata violenta e il derubato – un gambiano di 35 anni – ha avuto la meglio.

Torino, per il ladro frattura del setto nasale

All’arrivo, i carabinieri hanno dovuto sedare la lite. Hanno arrestato il ladro e restituito la bici al legittimo proprietario. Il gambiano ha riportato una ferita alla fronte e alle braccia, giudicata guaribile in sette giorni. Invece al ladro è andata decisamente peggio e ha fatto ricorso alle cure dell’ospedale San Giovanni Bosco, per la frattura del setto nasale. Prognosi iniziale di trenta giorni. Il marocchino è quindi finito in manette per rapina e lesioni personali.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica