Roma, immigrato aggredisce una donna, le tappa la bocca e la rapina. Un passante lo insegue in auto

lunedì 3 agosto 13:38 - di Mia Fenice
borseggiatore

Un violento borseggiatore nigeriano è stato arrestato a Roma grazie alla collaborazione di un passante. Una donna ha vissuto momenti di paura al parco dell’Ardeatino. Mentre era seduta su una panchina dell’area cani è stata afferrata violentemente all’improvviso alle spalle. Un uomo con una mano le ha chiuso prima la bocca. E poi con l’altra le ha subito strappato la borsa. Il rapinatore è fuggito a piedi ma un passante, raccogliendo il grido di aiuto della vittima, ha iniziato a seguirlo con la propria auto. Il 26enne autore del furto, di origini nigeriane, avendo capito di essere stato scoperto, si è disfatto della borsa senza toccare nulla all’interno. Nel frattempo la rapina era stata segnalata al 112 e nella zona sono arrivate due  pattuglie della polizia di Stato: una della sezione volanti ed una della squadra mobile.

Il borseggiatore ha aggredito anche i poliziotti

Lo stesso cittadino che aveva inseguito il borseggiatore ha indirizzato i poliziotti che, dopo pochi metri, hanno fermato il malvivente. Quando gli agenti si sono avvicinati, il giovane, in forte stato di agitazione, ha iniziato ad aggredirli cercando di fuggire e ha colpito più volte una delle auto di servizio. Visto lo stato psicofisico del fermato gli agenti, con l’aiuto del 118, lo hanno condotto al più vicino pronto soccorso. Lì gli esami tossicologici hanno rilevato la presenza di sostanze stupefacenti nel sangue. Gli stessi poliziotti sono stati medicati in ospedale. Al termine degli accertamenti il 26enne è stato arrestato e dovrà rispondere di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale oltre che di rapina aggravata e danneggiamento ai beni dello Stato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica