Ostia, «Hanno tentato di rapire mia figlia in spiaggia, erano con ogni probabilità tre rom»

venerdì 28 agosto 10:39 - di Giorgio Sigona
Ostia

Un uomo ha presentato un esposto ai carabinieri della Stazione Aventino denunciando di aver subito il tentato rapimento della figlia di 10 anni e dell’amichetta di 9 da parte di tre donne in una spiaggia di Ostia.

Ostia. le bimbe trascinate verso la spiaggia libera

«Ero in una spiaggia di Ostia Ponente dove un amico ha preso la cabina. Intorno alle 16,30 mia figlia era in acqua con un’amichetta tedesca. Con mia moglie sul bagnasciuga abbiamo notato che si allontanavano un po’ troppo con il canotto. Erano trascinate verso la vicina spiaggia libera da tre donne, presumibilmente rom, entrate apposta in acqua, con la sola biancheria intima. Tentavano di convincerle a seguirle, con un bimbo piccolo come esca. Poi con la scusa di un gioco divertente da fare insieme», racconta all’Adnkronos Emanuele.

«Se le ragazzine fossero state più piccole…»

Il padre della bambina più grande ha ribadito poi tutto, nero su bianco, in un esposto ai carabinieri della Stazione Aventino. «Mia figlia, che ha 10 anni, è stata scaltra a scappare – continua l’uomo – a venire da noi mentre quelle donne la insultavano, contrariate per la sua fuga. L’amichetta, che ha un anno in meno di lei, era impietrita. Fossero state più piccole non sarebbe finita allo stesso modo. Sul momento mi sono limitato a dire loro di andar via dalla spiaggia. Subito dopo, però, la gente che mi è venuta incontro mi ha raccontato che era dal mattino che le tre stavano importunando i bambini. Così ho presentato un esposto ai carabinieri nella speranza che quanto è capitato a noi e che ancora oggi ci sconvolge non capiti ad altri».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica