L’abbronzatissimo Di Maio scatena la rete: “Si è camuffato da migrante per tornare dalla Sardegna?”

mercoledì 26 agosto 17:55 - di Hoara Borselli

A-a-a abbronzatissimo, sotto i raggi di Villa Madama a Roma: così canterebbe oggi Edoardo Vianello e forse sarebbe anche un po’ sbigottito nel vedere il nostro ministro degli esteri con un colore così acceso.

È quello che è accaduto ieri a Luigi Di Maio durante l’incontro col ministro degli Esteri cinesi Wang Yi, un colorito talmente carboncino e completamente in contrasto quello del suo ospite in un modo clamoroso.
Tanto che le foto del summit sono diventate subito virali e si sono scatenati meme e post ironici che hanno sommerso la rete. Su Twitter è andato in ‘tendenza’ Carlo Conti non per qualcosa legato a lui stesso ma per l’abbronzatura caratteristica ormai superata dal luccicante Di Maio. Roba da far impallidire lo stesso conduttore.

C’è chi ironizza e lo paragona all’ex presidente americano Obama, come ha fatto a diventare così è un mistero a cui la politica non poteva rinunciare, un dilemma che lascia aperte diversi dibattiti.
E se fosse un’ esemplare strategia di camuffamento mediatico per fa si che le persone si concentrino solo su questa tintarella imbarazzante e far scordare i problemi del Paese? In queste cose il Ministro degli Esteri eccelle.
Si rimane ad osservare quanta luce fa più che chiedersi cosa sta accadendo e di cosa andrà a discutere.

Talmente scuro che anche il tricolore dietro di lui diventa sgargiante. Giustamente qualcuno si chiede “ma di Maio è stato in vacanza sul Sole?”. E chi sottolinea come sia talmente unico quel colore da inserirlo tra il catalogo dei nuovi pantoni color pelle e cuoio per arredare la casa. Nella cartella tonalità: ecco il color Di Maio

Una tintarella del tutto insolita, dopo qualche giorno in Sardegna. Qualcuno scherzosamente ha ipotizzato che il nostro ministro possa essersi travestito da migrante per sfuggire ai controlli.
All’incontro con il suo omologo cinese gli utenti si chiedono, ma di cosa hanno parlato Di Maio e il ministro degli Esteri cinese? Per la gran parte degli utenti sembra non aver rilevanza a far notizia è quell’abbronzatura spaziale, avrà chiesto consigli anche Wang Yi, qualche dubbio ci viene.

Ma il Vanitoso Ministro poteva non presentarsi al rientro a scuola con una tintarella da far invidia ai suoi compagni.
Perché se le cose si fanno, vanno fatto bene e lui ci tiene ad essere il primo della classe. Sul Colore Nero come la pece non lo batte nessuno, ma i contenuti ministro dove li abbiamo lasciati? Anche quelli sullo yacht al mare insieme al suo pallore.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica