Genova, immigrato sale senza mascherina sul bus, minaccia e prende a pugni chi protesta

lunedì 24 agosto 17:07 - di Leo Malaspina

Era salito su un autobus senza la mascherina ma, all’invito degli altri passeggeri a coprirsi almeno il
viso e le vie aeree, ha reagito colpendo con un pugno in faccia un ragazzo di 36 anni. E’ successo a Genova ieri pomeriggio all’altezza di piazza Pallavicini in Val Polcevera. La scena è avvenuta a bordo di un bus della linea 53 dove un 29enne, cittadino del Camerun e risultato poi irregolare sul territorio, salendo sul mezzo senza la
mascherina obbligatoria si è scusato dicendo che l’aveva rotta.

Un altro passeggero, un 36enne di origini marocchine, lo ha invitato a coprirsi naso e bocca, ma da qui è scattato un diverbio nel quale il 36enne è stato colpito al volto. Il 29enne protagonista della vicenda si è poi posizionato tra le porte centrali del mezzo pubblico impedendone la partenza per oltre 1 ora. Sul posto è intervenuta la
polizia che ha denunciato l’uomo per interruzione di pubblico servizio.

Un episodio che si unisce ai tanti che in questo periodo di emergenza sanitaria vedono protagonisti gli immigrati, a cui evidentemente non si presta più il doveroso controllo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica