Gasparri: «La Raggi non ha né arte né parte. Ha fatto solo danni assieme alla sua congrega»

martedì 11 agosto 10:27 - di Mia Fenice
Gasparri

«Virginia Raggi è una persona incapace, senza né arte né parte. Lo ha dimostrato in questi anni in cui era teoricamente sindaco di Roma e durante i quali ha fatto solo danni, insieme alla congrega dei grillini, dimostrandosi assolutamente inadeguata all’incarico». Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri, commissario del coordinamento Forza Italia Roma Capitale. «Nessuno dimentica gli errori delle gestioni precedenti – afferma – ma il disastro grillino è senza precedenti. Ora si ricandida, ma la questione è assolutamente irrilevante. Le regole sul doppio mandato dei grillini, si sa, come tutto ciò che loro dicono, non valgono assolutamente nulla. Son solo alla ricerca di incarichi. Null’altro. Perché Virginia Raggi si candida? Non perché spera di poter fare ancora il sindaco».

Gasparri: «La Raggi prenderà pochissimi voti»

«È evidente – sottolinea – che prenderà pochissimi voti, che la città la boccerà per il suo fallimento, per la sua incapacità, per la sua inconsistenza. Sa benissimo che non andrà mai al ballottaggio. Sa benissimo che le elezioni del 2021 cancelleranno l’esperienza grillina in maniera clamorosa. Si candida soltanto perché spera di fare il consigliere comunale. Essendo una persona che non saprebbe cosa fare il giorno dopo, candidandosi a sindaco pensa di racimolare almeno i voti per fare il consigliere e tirare a campare. Quello di Virginia Raggi non è solo il caso di un clamoroso fallimento politico, è anche un vero e proprio caso umano. Una persona – conclude – che resterà come simbolo di vergogna non nella storia ma nella cronaca».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica