Che pena l’ironia di M5S e sinistra su Briatore. Ecco le foto che inchiodano Grillo, Melandri e il Pd

mercoledì 26 agosto 15:05 - di Luca Maurelli

La sinistra, i grillini giallo-rossi, l’intellighentia giornalistica o presunta tale, come il cerimoniere contiano Andrea Scanzi, oggi ironizzano su Flavio Briatore, il negazionista colto col tampone nel naso. Ma come dimenticare quella fatale attrazione che negli anni ha colpito vip e politici di sinistra per quello stile di vita mondano tanto caro a Briatore? Come giudicare oggi, alla luce di foto e vecchie news, le parole di giubilo sul web per i guai, più o meno gravi, dell’imprenditore?

Melandri e Briatore, memorabile duello

Su tutto, un pezzo di storia delle gaffe politiche. Come dimenticare il memorabile scontro, vinto per ko all’ultima ripresa, da Flavio Briatore contro l’allora potentissima ministra del Pd Giovanna Melandri? Lei sostenne di non conoscere l’imprenditore, e lo fece con disprezzo, boria, snobismo tipico della sinistra. Ma lui tirò fuori una foto dal cassetto (in alto) che ritraeva la Melandri scatenata in un ballo, forse i Vatussi, nella villa di Briatore in Kenya.  «Giovanna Melandri è stata da me in Kenya, ha bevuto champagne al tavolo con noi e poi ha negato l’evidenza scrivendo che non era mai stata da me. Per non parlare del regista Giovanni Veronesi: ha scritto: “Meno male che si chiude il Billionaire, non vedremo più gli s…i in camicia bianca con il bicchiere in mano”. Ecco, lui era uno di questi s…. perché al Billionaire c’era anche lui. Inoltre, è stato a casa mia a Londra per chiedermi un favore ed è stato sulla mia barca». Poteva infierire, Briatore. E lo fece, giustamente.

Nessuna solidarietà dai grillini e dall’amico Beppe…

Altra foto, altro amico silenzioso. Beppe Grillo, che oggi lascia che i suoi sparino a zero sul negazionista Briatore e quasi esultino per la sua positività al Covid, ma solo qualche anno si faceva immortalare nella piscina dell’imprenditore in Kenya. Era il 2017 e fu lo stesso Briatore a difendere Grillo dalle accuse dei soliti moralisti di sinistra, quelli con cui oggi governa. “Anche i politici hanno il diritto di andare in vacanza e Malindi è più in linea con la filosofia di Grillo rispetto a Cortina. Agli italiani interessano il lavoro e la pensione, non cosa fa Grillo a Malindi”. Core n’grato, Beppe: manco una parolina di rassicurazione sulla prostatite per l’amico Flavio…

La cena di lusso in Arabia Saudita con Renzi

E che dire di Matteo Renzi, altro “silente”, oggi? I rapporti tra lui e Briatore erano eccelsi, quando Renzi era potente. Cenavano insieme, nel lusso più sfrenato, in Arabua Saudita. E Briatore, che elogiava i due Matteo, Renzi e Salvini, rispose così a chi, come Carlo Calenda, voleva attaccare l’ex premier per le sue frequentazioni con Flavio. “Cosa pensa Calenda non mi interessa. Io ho vinto sette Mondiali di Formula 1, lui era il portaborse di Montezemolo”. Anche qui, poteva infierire, Briatore. E lo fece. Non come Zingaretti, che si segnala, a sinistra, per eleganza grazie agli auguri di pronta guarigione al “positivo” del Billionaire. Chapeau, Nicola. Peccato per quel tuo volgare assessore…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica