Bisceglie, attentato alla farmacia di Sergio Silvestris, ex europarlamentare ed esponente di An

sabato 8 agosto 11:45 - di Davide Ventola

I carabinieri della Tenenza di Bisceglie, in provincia di Barletta-Andria-Trani, hanno arrestato un uomo di 48 anni, S.A. L’uomo dovrà rispondere di tentata estorsione, danneggiamento, detenzione illegale e porto in luogo pubblico di esplosivo. Tutto ciò in riferimento a due episodi diversi, avvenuti ai danni della farmacia Silvestris in via Imbriani a Bisceglie.

Chi è Sergio Silvestris

Il titolare è Sergio Silvestris, ex consigliere regionale di Alleanza nazionale e poi europarlamentare di Pdl-Forza Italia. I fatti risalgono rispettivamente al 17 gennaio ed al 23 aprile scorso. Nella prima circostanza, l’uomo avrebbe fatto esplodere un ordigno posizionato davanti all’ingresso della farmacia. Mentre nel secondo episodio venne appiccato dolosamente un incendio ai rifiuti della raccolta differenziata, generata dalla farmacia e depositati davanti all’ingresso della stessa.

Sulla vicenda indagano i carabinieri di Bisceglie

Le fiamme erano divampate immediatamente per la natura dei rifiuti. In quell’occasione, fecero scaturire un incendio che solo per l’immediato intervento di un dipendente, che abita in zona, venne dapprima circoscritto e poi spento definitivamente con l’arrivo dei Vigili del fuoco. Un intervento che ha evitato così ben più gravi conseguenze e limitando i danni prodotti dalle fiamme. Questi episodi causarono non poche preoccupazioni ed allarme sociale nella popolazione. Le indagini, effettuate dalla Tenenza dei Carabinieri di Bisceglie, sono giunte all’identificazione del presunto autore.

La solidarietà del ministro Boccia

«Esprimo la mia massima solidarietà a Sergio e Vito Silvestris, alla loro famiglia e a tutti i collaboratori per l’esplosione di questa notte davanti alla loro farmacia. Le forze dell’ordine stanno già accertando la dinamica di quanto avvenuto questa notte. Da parte del governo c’è la massima attenzione per garantire l’ordine pubblico e tutelare tutti i cittadini ed in queste ore stiamo lavorando per aumentare i presidi di sicurezza nell’intera regione». Lo afferma il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia. «Dinanzi ad ogni episodio delinquenziale – conclude – invito sempre tutti a collaborare in fretta con la magistratura e le forze dell’ordine. Sappiamo tutti che lo Stato è più forte e i delinquenti non la faranno franca».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica