A Treviso 260 migranti positivi su 300, il sindaco: «La Lamorgese dorme, situazione folle»

sabato 15 agosto 12:38 - di Renato Fratello
sindaco di Treviso

«Abbiamo chiesto ai cittadini di fare sacrifici, di rimanere chiusi in casa, abbiamo chiuso le attività; hanno fatto chiudere i bar se per caso c’erano tre persone senza mascherina. E poi scopriamo che in una struttura dello Stato fanno quello che vogliono e può succedere di tutto». Il sindaco di Treviso, Mario Conte non ne può più e intervistato dal Giornale parla del caso dei 300 migranti ospitati nell’ex caserma Serena. Dei quali 260, come scrive il Giornale, sono positivi.  Mentre veniva intervistato era in corso una sassaiola dei migranti contro la polizia. I migranti non vogliono attenersi alla normativa che richiede la quarantena. Il sindaco ha così deciso di chiedere i danni allo Stato.

Il sindaco di Treviso: «Per noi è un grosso danno»

«Ho dato mandato all’avvocatura dello Stato – ha detto al Giornale – per studiare la pratica affinché si chiedano i danni. Per noi è un grosso danno. Per un lungo periodo abbiamo chiesto ai nostri cittadini di fare sacrifici e ora ci troviamo con una struttura gestita dallo Stato e dalla prefettura dove all’interno può succedere di tutto». Poi spiega che all’interno della caserma «non posso entrare, non ci lasciano fare i controlli. La situazione è molto tesa. E la cooperativa che ha in gestione il centro non riesce a tenere divisi i positivi dai negativi». E poi ancora: «Basterebbe spostarli di palazzina. Positivi da una parte e negativi dall’altra, ma gli ospiti non vogliono. Tutti noi dobbiamo sottostare ai capricci di queste persone».

«Lamorgese assente»

Il sindaco è «per lo smantellamento» della struttura. «Salvini aveva iniziato un processo di svuotamento. Ora siamo presi così, con queste persone che fanno ciò che vogliono. Salvini era venuto a vedere la situazione». E poi conclude nell’intervista al Giornale: «Questi giorni non ho visto una presenza che fosse una da parte del ministro Lamorgese. Se non vuole chiamare il sindaco, almeno chiami per solidarietà quei medici con cui i migranti se la sono presa questi giorni».

❌❌❌ Alla Caserma Serena è andato in scena l’ennesimo VERGOGNOSO episodio di violenza contro gli operatori di Ulss 2 e le…

Pubblicato da MARIO CONTE sindaco su Venerdì 14 agosto 2020

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica