Milano, immigrato irregolare accoltella un giovane nel vagone della metropolitana

giovedì 2 luglio 8:34 - di Paolo Sturaro
Milano

Nuovi episodi di violenza a Milano. Negli ultimi giorni altre aggressioni e aumenta la rabbia dei residenti. Troppo permissivismo, troppo buonismo. Ha destato sconcerto il fatto si sangue che si è verificato nella metropolitana.

Milano, prima il diverbio e poi il fendente

A far scoppiare la lite un diverbio tra un giovane italiano e un immigrato irregolare. La tensione si è alzata, poi il fendente. Il tutto nel vagone della metropolitana in piena serata. L’immigrato ha accoltellato il 22enne senza un attimo di esitazione.

Il 27enne, un immigrato irregolare

Come detto, l’aggressione si è verificata su un treno della linea M1, la rossa, di Milano. Poco prima della fermata di Pagano, stando a quanto finora hanno ricostruito gli agenti, il 22enne avrebbe avuto una discussione verbale con un 27enne cittadino dell’Ecuador, L’immigrato è poi risultato irregolare in Italia e aveva diversi precedenti.

L’arma, un coltello da cucina

La discussione sarebbe nata per «futili motivi», secondo quanto emerge dalle indagini della Questura. L’aggressore avrebbe estratto un coltello da cucina che aveva con sé colpendo la vittima con un fendente alla gamba.

La vittima portata al Fatebenefratelli

A chiamare aiuto sono stati gli altri passeggeri. sul posto sono immediatamente Gli agenti della Polmetro hanno bloccato il 27enne nel mezzanino di Pagano. Il ragazzo ferito è invece stato soccorso da un’ambulanza del 118 che l’ha trasportato all’ospedale Fatebenfratelli. Fortunatamente la coltellata, che lo ha colpito al ginocchio, non gli ha causato un taglio troppo profondo e le sue condizioni non destano troppa preoccupazione.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica