Laura Castelli travolta da una valanga di insulti sui social: «Sguattera», «sparati»

lunedì 20 luglio 12:51 - di Massimo Baiocchi
Laura Castelli

«Sguattera», «sparatiiii», «tro.. schifosa». E ancora, «vai a leccare la mer.. dei migranti», «disturbata mentale». Sono terribili  gli insulti e le minacce sui social rivolte alla viceministra all’Economia. Laura Castelli è finita nel mirino degli hater per una frase in tv sui ristoratori e la grave crisi economica innescata dal Covid-19.

Nel mirino non solo Laura Castelli

«Sei una mer.., mi auguro che tu spenda in medicine tutte le mie tasse». «Piazzale Loreto è sempre aperto per mer.. come te». La maggior parte degli insulti, denunciati dalla stessa Castelli con un post su Facebook, ha un contenuto smaccatamente sessista. Non a caso, alcuni prendono di mira anche altre esponenti del governo – le ministre De Micheli, Bellanova e Lamorgese – e donne impegnate in politica. In primis l’ex presidente della Camera Laura Boldrini, in passato finita spesso nel mirino degli “animali da tastiera”.

La puntualizzazione dell’ufficio stampa

Arriva anche la puntualizzazione dell’ufficio stampa della ministra. «Smentiamo categoricamente i virgolettati attributi al Vice Ministro Laura Castelli, riportati da alcuni organi di stampa», si legge in una nota. Che elenca poi parte dei virgolettati in questione e ribadisce che non sono attribuibili alla Castelli.

«Parole mai pronunciate»

«I ristoranti? Chiudano». «Pochi clienti, trovino un altro lavoro». «Non hanno più clienti? Allora cambino mestiere». «Siete in crisi? Cambiate lavoro». Sono alcuni dei virgolettati – pubblicati da Libero, Il Giornale, Il Tempo che l’ufficio stampa della Castelli afferma essere totalmente falsi. «Parole mai pronunciate dal Vice Ministro».

Bechis: «La smentita di Laura Castelli? C’è la registrazione»

Ma a proposito della smentita dell’entourage di Laura Castelli  interviene il direttore de Il Tempo, Franco Bechis. «I virgolettati pubblicati da noi sono la sbobinatura testuale dell’intervento di Laura Castelli a Tg2 Post di venerdì 17 luglio. Alla puntata in questione ero presente anche io come ospite-intervistatore. Ma proprio per amore di precisione ho chiesto e ottenuto dalla redazione del Tg2 il video della trasmissione per citare le parole esatte pronunciate. Quelle sono state messe fra virgolette e non sono smentibili da nessun entourage».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica