“Fatto”, Fidanza: «I cattivi maestri inneggiano alla violenza armata contro FdI. Nessuno resti zitto»

giovedì 9 luglio 15:40 - di Filomena Auer
Carlo Fidanza di Fratelli d'Italia, foto Ansa

Il Capodelegazione di Fratelli d’Italia al Parlamento Europeo, Carlo Fidanza, sul sanguinoso attacco del “Fatto”, alla Meloni e a FdI, rilancia forte e chiaro: «Dopo il vergognoso articolo di Alessandro Robecchi su Il Fatto Quotidiano ci chiediamo cosa aspettino le massime cariche istituzionali, dalla Presidenza della Repubblica al Presidente del Consiglio, dai Presidenti delle Camere giù giù fino all’Ordine dei Giornalisti, a prendere una posizione netta e definitiva di condanna verso i cattivi maestri. Che inneggiano alla violenza armata contro gli esponenti di un partito politico democratico e legittimato da milioni di voti degli italiani».

Fidanza: «È in gioco la credibilità delle istituzioni»

Poi, Fidanza prosegue: «Qui non c’è in gioco tanto la nostra libertà di espressione, perché questa la Destra italiana ha saputo difenderla superando anni bui e pagando un altissimo tributo di sangue. C’è in gioco la credibilità delle istituzioni. Le quali hanno finalmente l’opportunità di dimostrare che la convivenza democratica è un valore. Non solo: la convivenza democratica è un valore imprescindibile che dobbiamo difendere sempre. Anche quando sono gli avversari politici ad essere attaccati. Come avvenuto oggi a Fratelli d’Italia»…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica