Bizzarri punzecchia anche la Azzolina. “Non puoi dire una stro**ata ogni tre giorni”

venerdì 3 Luglio 17:08 - di Elsa Corsini

“Non puoi dire una str**ata ogni tre giorni”. E’ l’ultimo tweet di fuoco che Luca Bizzarri “dedica” alla ministra Azzolina. Nel mirino del comico genovese finisce  l’ultima sparata della titolare dell’Istruzione. Quella sul “rivoluzionario” programma informatico per la mappatura degli spazi nelle scuole. Un fuor d’opera che per giorni ha scatenato l’ironia del web. E che ha stuzzicato la fantasia dell’ex conduttore delle Iene. Che con il tormentone social “Non hanno un amico” si diverte a mettere alla berlina i politici e il governo.

Bizzarri e le stro**ate della Azzolina

La Azzolina, maestra di gaffe e di stop and go, considerata dagli italiani il ministro più disastroso del governo Conte, non poteva restare indenne. Anche lei è senza amici… Nessuno che la consigli. Che le impedisca di parlare a sproposito. “Abbiamo creato un software che ci dice esattamente quanti metri quadrati ci sono in un’aula”, è riuscita a dire.  “Quella del software non è terribile, è una stro**ata, non puoi dire una stronzata ogni tre giorni. Non glielo ha detto nessuno. Non hanno un amico”. E’ il cinguettìo pungente del conduttore di Quelli del calcio. Che non fa sconti a nessuno. E accusa il palazzo di vivere fuori dalla realtà.

“Il problema della nostra politica è la comunicazione”, confessa al Corriere. “Che è senza una bussola, che ammicca alla pancia, che punta a sganciare le parole dalla realtà”. E gli ultimi annunci della ministra grillina lo dimostrano bene. Prima della Azzolina le frecciate di Bizzarri avevano colpito Alessandro Di Battista per una dichiarazione sulla legalizzazione della cannabis. Tra i preferiti del tormentone “Non hanno un amico” Rocco Casalino e Giuseppe Conte. Il premier e il suo portavoce sono stati messi alla berlina per la ormai famosa conferenza stampa sul fantomatico avvio della fase due. Inquadratura televisiva “ridicola”, ha sentenziato il comico ligure.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica